PRIMARIE

L’Hï di Ibiza ha inaugurato. Più che un opening, una rivoluzione.

di Dan Mc Sword, 29 maggio 2017
Array ( [0] => WP_Post Object ( [ID] => 29950 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-29 09:21:54 [post_date_gmt] => 2017-05-29 07:21:54 [post_content] =>   Ci sono momenti epici. Nella vita e nella musica. Spesso, per noi, le due cose coincidono. Un set di Dr. Motte o di Paul Van Dyk alla Love Parade, l’ultima serata di Carl Cox allo Space, la piramide di Alive 2007 dei Daft Punk a Torino. Questo 2017 ce lo ricorderemo soprattutto per lo show di Eric Prydz allo Steel Yard, Creamfields, a Londra. L’unica data europea di EPIC 5.0, uno spettacolo straordinario ed emozionante. Una produzione stellare, una scaletta che riesce ad essere coesa senza stancare e senza essere ripetitiva in due ore di live. Prydz ha dalla sua una grandissima capacità in fase di scrittura (oltre che di produzione, ovvio). E’ capace di generare l’entusiasmo dell’EDM e la sensazione sospesa della progressive, i migliori languori trance e la potenza muscolare della techno. EPIC 5.0 è una produzione di altissimo livello, degna dei Coldplay o degli U2, di un grande spettacolo rock. Il cubo tridimensionale con gli ologrammi, le proiezioni, i laser, rendono lo show emozionante e danno un enorme valore aggiunto. Un salto di qualità nelle produzioni dance, perché se siamo abituati alla magnificenza dei manistage di certi festival, dove comunque gli allestimenti sono suggestivi ma non si adattano a ciascun artista, qui c’è proprio un concept ideato e messo in scena per Prydz e la sua musica.     L’inizio è emozionante, e il cubo svela le sue migliori trovate scenografiche brano dopo brano, lentamente, senza fretta. Per questo parlavo di progressive poco fa. Non intesa come la progressive house di oggi, ma nell’accezione vicina a quella di Sasha e John Digweed di tanti anni fa, o addirittura nei migliori esempi di mediterranean progressive. Perché Prydz si è sempre preso il lusso di strutturare i suoi brani senza rincorrere il cronometro dei tempi radiofonici né quello dei drop scientifici. I suoi pezzi, con tutte le differenze di questo mondo, mi ricordano nella concezione quelli degli Underworld, che magari si sviluppano per dieci minuti senza che ci siano trenta secondi superflui. E così EPIC diventa un lungo sentiero dove Eric ci prende per mano e annulla le distanze dimensionali, trasformando lo Steel Yard, un enorme padiglione in acciaio e tensostruttura, in un posto magico dove il tempo scorre in maniera diversa. Basta il lunghissimo intro, luci spente e led rossi in progressione, a cancellare il pur entusiasmante set di Kolsch, quello di George Fitzgerlad (idolo locale) e di Cristoph (che qui, complice l’orario davvero penalizzante, non ha dato il meglio, ma è un artista da seguire con interesse). Eric ci trasporta dentro la pancia della balena, tra animazioni, temporali in 3D, ologrammi e proiezioni che avvolgono tutto il grande spazio all’interno di Victoria Park. Pensandoci, è come se in un enorme parco nel centro di Londra, in un luminoso e dolce sabato primaverile, si fosse aperto il varco per un’altra dimensione.     E qui mi riallaccio al discorso di prima, la difficile mappatura della musica di Mr. Pryda. Che incorpora elementi di tanti generi senza appartenere a nessuno, che riesce a entusiasmare ma per dare il massimo ha bisogno di uno show costruito ad hoc, che negli slot a imbuto dei festival il suo set sarebbe strangolato dal respiro corto di line up costruite con piglio militare. E allora ecco che si costruisce la sua astronave personale, e gentilmente passa a prenderci per portarci nell’iperspazio, dove i laser ci mandano in orbita e la musica si prende il suo tempo, senza drop forzati, senza una sola parola in due ore, senza animazione isterica. Ma con tutta la sua personale mitologia, che di inni ne comprende: ‘On-Off’, ‘Melo’, ‘Sunset At Cafè Mambo’ sono accolte con un boato particolare dal pubblico, per arrivare ovviamente a perle assolute della storia della musica elettronica come ‘Pjanoo’ e l’inevitabile chiusura con ‘Opus’. Qui succede davvero qualcosa che lascia il segno in tutti noi. Un enorme grido collettivo di gioia, di commozione, un’emozione fortissima. Tutti si abbracciano, succede anche a me: un ragazzo al mio fianco, visibilmente commosso, mi stringe e dice “è la prima volta che riesco a sentirla dal vivo, non pensavo potesse succedere”. Tutto per un brano che non è esattamente un coro da stadio, non ha un ritornello facile e anzi arriva come una fionda lunghissima, che raccoglie energia per quasi tre minuti prima del rilascio. Su un concerto così, su un finale così, non viene nemmeno da esaminare le piccole critiche al soundsystem, non viene nemmeno da dire un “però”. Nulla è andato storto. Tutto è stato perfetto. Fuori è un sabato qualunque negli eleganti dintorni residenziali di Victoria Park. Dentro è un altro mondo. [post_title] => Incredibile, unico, EPICO: Eric Prydz live [post_excerpt] => L'incredibile ed emozionante show EPIC 5.0 di Eric Prydz al Victoria PArk di Londra [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => incredibile-unico-epico-eric-prydz-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-29 00:45:05 [post_modified_gmt] => 2017-05-28 22:45:05 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29950 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [1] => WP_Post Object ( [ID] => 29939 [post_author] => 112 [post_date] => 2017-05-27 10:48:27 [post_date_gmt] => 2017-05-27 08:48:27 [post_content] =>     Continua la liaison tra il duo italiano Goja e la WOLV, l'etichetta di Dyro. Non solo, ma Mattia e Francesco sono in assoluto tra i preferiti dell'olandese, che ormai li ha adottati in pianta stabile nella sua label, lavorandoci anche in prima persona. Insieme a Loopers, i bolognesi hanno tirato fuori l'ennesimo coniglio dal cilindro. Si intitola 'Back To The Future' ed è, fino ad ora, una delle canzoni più belle ad essere uscite dal particolarissimo ed unico nel suo genere, a livello di sonorità, roster WOLV.   [post_title] => Goja e Loopers, che mina! Fuori su WOLV 'Back To The Future' [post_excerpt] => Il duo italiano Goja gioca pesante e, insieme a Loopers, ci fa vedere di che pasta è fatto. 'Back To The Future' è la loro nuova, potentissima traccia. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => goja-loopers-mina-fuori-wolv-back-to-the-future [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-27 10:48:27 [post_modified_gmt] => 2017-05-27 08:48:27 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29939 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [2] => WP_Post Object ( [ID] => 29921 [post_author] => 53 [post_date] => 2017-05-26 18:00:01 [post_date_gmt] => 2017-05-26 16:00:01 [post_content] =>   Domenica sera, 28 maggio, gli occhi del clubbing mondiale saranno puntati su Playa D'En Bossa dove aprirà il nuovo superclub HÏ Ibiza. Questa la line up della festa di apertura, che si svilupperà nelle due sale, theatre e club, è composta da:

Black Coffee, Luciano, Apollonia, Andrea Oliva B2B Davide Squillace, Bedouin, Bas Ibellini, Djebali, Joris Voorn, Kölsch (DJ set), Matthias Tanzmann, Nic Fanciulli, Anna Tur, Igor Marijuan e Paul Reynolds.

Grazie al nostro inviato Daniele Spadaro siamo riusciti ad entrare in possesso di alcune foto del nuovo club! Nonostante siano (ovviamente) esterne, riusciamo comunque a capire che lo stile e l'eleganza della nuova location riguarda tutta l'area circostante, sottoposta anch'essa ad un pesante restauro. Scorri la gallery e scopri HÏ Ibiza!     [gallery ids="29924,29926,29927,29922,29923,29925,29928"] [post_title] => Le prime foto di HÏ Ibiza! [post_excerpt] => Scopri HÏ Ibiza, il nuovo club di Playa D'En Bossa. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => prime-foto-hi-ibiza [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-27 10:48:10 [post_modified_gmt] => 2017-05-27 08:48:10 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29921 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [3] => WP_Post Object ( [ID] => 29907 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-26 16:31:44 [post_date_gmt] => 2017-05-26 14:31:44 [post_content] =>   Pioniere, profeta, anticipatore. DJ Shadow ha rappresentato un'innovazione strutturale nella musica elettronica degli anni '90, e la sua fama da allora è rimasta intatta, insieme alla sua credibilità. 'Entroducing...' nel 1996 fu il primo album nella storia ad essere costruito e assemblato interamente su campioni di altri brani, quindi senza suonare una sola nota, e tutto non con cut'n'paste bislacco e forzato, ma con costrutti armonici complessi e grammaticalmente corretti. Tra l'altro, a quel tempo la questione dei diritti e dei permessi sui campionamenti era un tema caldisismo, non esisteva una vera regolamentazione e diversi casi finirono in tribunale a scrivere una giurispdurdenza in merito: qualcuno ha fatto la fortuna grazie a sample rubati e mai dichiarati, altri hanno visto andare in fumo milioni per causa perse ('Bitter Sweet Symphony' dei Verve fu un caso clamoroso, i Rolling Stones vinsero la causa che tutelava il campione di archi in apertura al pezzo). Oggi le cose sono cambiate tantissimo, la musica veicola altri budget e nuove tecnologie hanno reso obsoleta la pratica del sampling, che resta una tecnica, un vezzo, un'arte, ma è stata superata dal punto di vista tecnico da suoni sempre più accurati a disposizione dei produttori in comode library. Per questo l'intervista rilasciata da DJ Shadow al quotidiano britannico The Guardian durante un tour in Australia appare illuminante. "Il campionamento oggi non riguarda più soltanto vecchi e polverosi 45 giri", spiega. "Venticinque anni fa la mia priorità era quella di affermare il campionamento come la mia arte, la mia etica, e il sample come il mio strumento creativo. Chiaramente oggi le cose non stanno più in questo modo, il sampling non è certo più una novità". Inoltre, continua Shadow, "un tempo tutto ciò che ti serviva per creare qualcosa di nuovo era prendere dei vecchi vinili e tirarne fuori nuovi suoni e nuovi utilizzi, oggi è chiaro che l'estetica si è evoluta e quando hai inventato un nuovo vocabolario ma tutti iniziano ad usarlo, tu vorresti già muoverti altrove".   https://www.youtube.com/watch?v=InFbBlpDTfQ   Interessante poi un'altra dichiarazione dell'artista: "io sono ben felice di regolarizzare la posizione di ogni sample, anche se credo che la cosa debba esserevista più da un punto di vista musicologico che non strettamente legale. Oggi sembra che le canzoni siano qualcosa di competenza forense. Però non sarebbe sbagliato se invece di dare un giudizio insindacabile, si facesse un calcolo basato su quanti secondi e quanto tempo e spazio un sample occupi in un brano. Ad esempio, potremmo giungere a cifre ragionevoli per un clearing in base a quest'idea: quanto dura questa linea di basso? Ok, merita il 16.7% dei diritti del brano. Invece oggi viviamo in una società iper-capitalistica in cui ognuno arraffa dove e come può, meritatamente o meno. La musica è considerata una comodità di cui usufruire gratuitamente, eppure c'è un grande sforzo e dispendio economico nel produrla. Porta pochi guadagni, ma quando vado da un autore per il clearing di un campione, mi viene chiesto il 70, il 75% dei diritti del mio brano. Una percentuale altissima, anche se il sample è minuscolo. Campionare è diventato più rischioso che mai". Curioso vedere come uno dei padri di una pratica che ai tempi in cui era innovazione veniva da molti visto in maniera equivoca e ambigua, sia oggi avvezzo a ragionamenti molto più posati. Ma in effetti, anche se quando si tratta di diritti e di compensi, di campionamenti chiari o rubati, il discorso è davvero contorto, in un periodo storico in cui, come dice DJ Shadow, non esistono vere regole etutti cercano di portare fieno in cascina, visto che il raccolto non è così florido. Il suo è un discorso da tenere sicuramente in considerazione, e su cui riflettere.         [post_title] => "Campionare è rischioso, e la musica non vale niente", parla DJ Shadow [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => campionare-rischioso-musica-non-vale-niente-parla-dj-shadow [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-26 16:31:44 [post_modified_gmt] => 2017-05-26 14:31:44 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29907 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [4] => WP_Post Object ( [ID] => 29904 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-26 11:10:22 [post_date_gmt] => 2017-05-26 09:10:22 [post_content] =>   Siamo abituati a vedere Moby come il pacifista, l'uomo equilibrato dai toni pacati. In realtà, Richard Melville ha avuto un passato molto turbolento, come racconta nella sua autobiografia 'Porcelain' uscita l'anno scorso. Moby però cambia decisamente tono quando si parla dei problemi che stanno preoccupando il mondo in questo periodo. In un'intervista rilasciata a La Repubblica, il musicista usa toni perentori contro chi sfrutta i pretesti religiosi per fare del terrorismo e per giustificare stragi e altri comportamenti estremisti, dal Bataclan a Orlando fino all'11 settembre. "Tutto quello che posso dire, e ho il supporto di duemila anni di testi sacri, è che nessuna religione al mondo condona il massacro degli innocenti". Un pensiero lineare e ceetamente condivisibile, proprio in giorni come questi, in cui è facile cadere nella trappola della rabbia. Poi incalza: "Che genere di odiosa perversione può portarti a credere che Dio vuole davvero questo? Non si fa abbastanza per condannare in maniera categorica il terrorismo e atti di violenza come quello di Manchester". Una presa di posizione netta, che forse non ci aspettavamo da un personaggio sempre molto riservato e di basso profilo. E che non può che farci riflettere. [post_title] => Moby contro i terroristi [post_excerpt] => Le posizioni di Moby sul terrorismo estremista, raccontate in un'intervista a una quotidiano, sono nette e decise [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => moby-contro-i-terroristi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-26 12:28:27 [post_modified_gmt] => 2017-05-26 10:28:27 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29904 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [5] => WP_Post Object ( [ID] => 29909 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-26 09:30:13 [post_date_gmt] => 2017-05-26 07:30:13 [post_content] =>   Ogni anno la stessa storia. Ibiza è finita, Ibiza è morta. Ma Ibiza è immortale, magica. Es Vedrà nasconde veramente qualcosa di trascendentale. Quindi eccoci di nuovo qua. A scalpitare ad ogni annuncio, con una passione che brucia dentro e che ci tiene vivi. L'estate 2017 sarà una stagione importante per l'isola delle Baleari. Il Pacha festeggia 50 anni di musica, moda, stile, tendenza e storia. Occhi puntati sul nuovissimo HÏ Ibiza, che domenica 28 maggio nascerà sulle ceneri del leggendario Space, del quale deve raccogliere una pesantissima eredità. I presupposti per non avere rimpianti ci sono tutti. Ma adesso facciamo un giro sull'isola per vedere, giorno per giorno, cosa fare. Sia che siate fan dell'EDM, sia che siate puristi della house e della techno, Ibiza non delude mai. Vamonos! pacha ibiza party   LUNEDI' Le opzioni sono due, anzi quattro. Circoloco at DC10 full immersion. Cocoon at Amnesia full immersion, oppure prima l'uno e poi 'altro. Strada assai percorsa. Dipende dalla line up. Si può serenamente entrare alle 4 all'Amnesia per godere dell'headliner's slot mentre il sole sorge. Se invece preferite un altro tipo di festa, David Guetta all'Ushuaïa Beach Hotel non deluderà le vostre attese. Entrate intorno all'ora di cena. L'altra scelta: DJ Harvey at Pikes Hotel o Flower Power at Pacha. Classic!   circoloco-opening-2015-large   MARTEDI' Eric Prydz at HÏ Ibiza, Maceo Plex al Pacha, Dimitri Vegas & Like Mike by Tomorrowland (daytime) at Ushuaïa Beach Hotel. Se siete in gruppo assicuratevi di avere gli stessi gusti altrimenti sarà dura decidere. Consigliatissimi anche il party Resistance by Sasha & John Digweed in un Privilege che promette scintille. Amnesia se musicalmente parlate inglese: la serata Together propone il meglio in stile BBC Radio 1. Martedì 11 e 18 luglio non ci sono scuse: Pure by Carl Cox per una serata da brivido!   carl-cox   MERCOLEDI' HYTE by Loco Dice at Amnesia o il paradiso di Jamie Jones al DC10? Prenotate almeno due settimane così giocherete l'andata e il ritorno. Passaggio obbligatorio merita il tanto discusso party di Armin Van Buuren at HÏ Ibiza. Non vi deluderà. Occhio all'Ushuaïa Beach Hotel che di mercoledì propone le one night di lusso Limited Edition. Axwell & Ingrosso, Dj Snake, Major Lazer, Hardwell. Dipende dalla settimana. Check out! Per i secchioni: Paul Oakenfold at Pikes Hotel vi farà tornare nel 1989 come al Sankeys di Playa D'En Bossa con il party Dance 88/89.   Axwell Ingrosso Ushuaia   GIOVEDI' Se siete fortunati (27 luglio e 24 agosto) Luciano dà una festicciola al Destino. Dopo la mezzanotte non ci sono dubbi: Afterlife by Tale Of Us at Privilege. Se l'EDM è il vostro pane quotidiano il giovedì spinge forte: prima Martin Garrix all'Ushuaïa Beach Hotel, poi F*** I'm Famous al Pacha by Guetta. Solomun presenterà in questa giornata il suo party pomeridiano al Destino: (6 luglio, 17, 17 agosto 5 ottobre). HÏ Ibiza mostra il suo lato underground con i resident a rotazione: Steve Lawler, Luciano, Joris Voorn, Kölsch and Nic Fanciulli.   Tale Of Us Space   VENERDI' Carola day! Il Music On domina il venerdì sera ibizenco. Da provare almeno una volta nella vita. Segnate sul calendario: 21 e 28 luglio, 4 e 11 agosto: Disclosure sbarcano al DC10 con il concept Wild Life. Una delle novità più interessanti sulla isla. Da non perdere: Venerdì 14 luglio Diynamic Showcase at DC-10.   music-on-announcement   SABATO Monday, Tuesday, Wednesday, Thursday, Friday, ANTS, Sunday. E c'hanno ragione. La community underground più famosa del mondo all'Ushuaïa Beach Hotel. Ma dopo non ci sono dubbi: Elrow at Amnesia. Il party con la P maiuscola. Oppure Black Coffee at HÏ Ibiza per qualcosa di decisamente raffinato. Lo Zoo Project at Benimussa Park è l'esperienza da fare.   elrow ibiza   DOMENICA Go out in style! Primo tempo: Rumors by Guy Gerber at Destino (che poi continua all'Heart Ibiza ospite di Bedouin). Secondo tempo: Re Solomun at Pacha. A Playa D'En Bossa c'è Kygo all'Ushuaïa Beach Hotel. Basterà attraversare la strada per scoprire che Afrojack suonerà techno at HÏ Ibiza con il suo alias: Kapuchon! Domenica 2 luglio The Chainsmokers at Ushuaïa Beach Hotel. L'altra scelta: Acid Sundays at Las Dalias più che consigliato per un party in pieno stile Ibiza.   Solomun   Detto questo, prendetevi tutte le libertà che volete. Girate l'isola in lungo e in largo perché probabilmente, nonostante tutto, il party della vostra vita non è in questa lista... Buone vacanze!   [post_title] => Ibiza 2017: la guida definitiva giorno per giorno [post_excerpt] => La guida definitiva ai party migliori di Ibiza per l'estate 2017. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => ibiza-2017-guida-definitiva-giorno-per-giorno [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-27 17:11:55 [post_modified_gmt] => 2017-05-27 15:11:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29909 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [6] => WP_Post Object ( [ID] => 29900 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-25 16:13:41 [post_date_gmt] => 2017-05-25 14:13:41 [post_content] =>   Mi piace The Black Madonna. Anzi, è la mia dj preferita negli ultimi mesi. Non sono l’unico a dirlo, lo so. Marea Stamper sta diventando “the dj’s dj”, la dj che piace ai dj e agli appassionati che lavorano nel settore. Io sono affascinato da tutto ciò che fa. I suoi dj set (cercate qualche live in Rete) sono uno spettacolo di ricerca, qualità, capacità di portare chi balla dietro la sua scia, e dentro il suo racconto. Ricerca significa andare a scovare un vecchio remix di Amanda Lear e farlo stare perfettamente nel mood di un set house. O suonare Tullio De Discopo in una serata in cui sei partita nu disco e arriverai alla techno. Rendere tutto a portata del pubblico, non arroccarsi sull’ermetismo. Il mio dj ideale dev’essere colto, ma non deve far pesare la sua cultura al pubblico, deve regalargliela con la gioia della danza. Siamo pur sempre in un club. Per questo amo The Black Madonna. Per la sua cultura musicale, per come la mette in scena, per il suo stile e il suo carisma. Per essere una che riesce a girare il mondo senza avere produzioni forti a fare da ariete, ma grazie soprattutto al passaparola della sua abilità in consolle. Mi piace per come annichilisce lo stereotipo della figa in consolle, lei non esattamente fotomodella come Nina Kraviz o Nastia (direi “cicciottella” ma poi arrivano i perbenisti che devono offendersi a tutti i costi e allora la tocco piano) ma stilosissima, splendida e affascinante on stage, energica, trascinante. Il suo 2017 è iniziato alla grande, con il singolo ’The Voice I Hear By’ che ha raccolto consensi un po’ ovunque (anche se personalmente non l’ho apprezzato così tanto) e una nuova label, We Still Believe, che debutta proprio con il suo pezzo. La ragazza è lanciata verso grandi traguardi: molti di voi sicuramente già la conoscono, qualcun altro no. Datemi retta e iniziate a seguirla. Non ve ne pentirete. [post_title] => Mi piace perché: The Black Madonna [post_excerpt] => "Mi piace perché: The Black Madonna": le firme di DJ Mag raccontano i prorpri artisti preferiti [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => mi-piace-perche-the-black-madonna [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 13:23:13 [post_modified_gmt] => 2017-05-25 11:23:13 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29900 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [7] => WP_Post Object ( [ID] => 29871 [post_author] => 112 [post_date] => 2017-05-25 13:42:55 [post_date_gmt] => 2017-05-25 11:42:55 [post_content] =>     Come sta la musica elettronica? Un po' come se fosse una cara amica, o una parente stretta, spesso troviamo a chiederci il reale andamento delle cose. Siamo lì pronti a controllare se tutto va come speriamo vada, se c'è qualche problema, se le cose vanno addirittura meglio di come speravamo. Anche quest'anno in nostro soccorso è arrivato l'IMS, l'International Music Summit, che ogni anno stila un sacco di statistiche riguardanti il business della nostra amata. Come va quest'anno? Molto bene. Vediamo insieme alcune statistiche.   [gallery ids="29872,29873,29874,29875,29876,29877,29878"]   Guarda le statistiche complete a questo link: clicca qui. [post_title] => Come sta la musica elettronica? Molto bene, secondo i dati IMS [post_excerpt] => Secondo i dati distribuiti dall'International Music Summit, la music elettronica continua a crescere. Ecco qua alcune interessanti statistiche. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-sta-musica-elettronica-bene-i-dati-ims [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 00:47:09 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 22:47:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29871 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [8] => WP_Post Object ( [ID] => 29887 [post_author] => 112 [post_date] => 2017-05-25 12:00:05 [post_date_gmt] => 2017-05-25 10:00:05 [post_content] =>   L'uomo dai mille alias. Nella spasmodica attesa di vederlo e sentirlo (verbi più che mai appropriati, parlando di EPIC 5.0) a Londra sabato 27 maggio, Eric Prydz ha annunciato l'ennesima super-news che ha mandato in estasi i fan. Per prepararsi al meglio all'evento, lo svedese ha preparato un mixato andato in onda lo scorso weekend su Beats 1, canale di Apple Music. Tra le tante novità, oltre Pryda remix di 'Cirez D - On Off' (sempre lui in entrambi in casi, ricordo), c'è stata anche 'Feel', la nuova di uno dei produttori preferiti di Prydz, il giovane inglese Cristoph, che lo accompagnerà anche allo Steel Yard di Londra.   https://www.youtube.com/watch?v=5JpEc19F0sk   All'annuncio che quest'ultima sarà la prima canzone a debuttare sulla sua nuova etichetta Pryda Presents, l'autore di pezzi memorabili come 'Pjanoo' e 'Rebel XX' ha buttato lì, come se nulla fosse, la notizia che la seconda canzone della label sarà, invece, una di quelle di Tonja Holma, uno dei suoi innumerevoli alias, tra più attesi e misteriosi degli ultimi anni, e con il quale mai prima d'ora aveva pubblicato canzoni ufficiali. Ma quale? Su internet e nei suoi set ne girano un po', lo scopriremo solo a giochi fatti.   [post_title] => Nuove release e nuova label per Eric Prydz [post_excerpt] => In attesa dello Steel Yard London di questo weekend, Eric Prydz sgancia la super-news dell'arrivo della prima canzone ufficiale di Tonja Holma. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => eric-prydz-prima-traccia-ufficiale-come-tonja-holma-sua-nuova-label [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 14:08:01 [post_modified_gmt] => 2017-05-25 12:08:01 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29887 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [9] => WP_Post Object ( [ID] => 29866 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-25 11:42:58 [post_date_gmt] => 2017-05-25 09:42:58 [post_content] =>   L'attitudine pop del dj e produttore Duke Dumont è sempre stata evidente. 'I Got You' e 'Ocean Drive' sono due perle del genere. L'inglese conferma la teoria producendo nientemeno che uno dei singoli estratti dal nuovo album di Katy Perry, regina indiscussa del pop che strizza l'occhio al dancefloor. Il pezzo, in collaborazione con Nicki Minaj, si chiama 'Swish Swish' e si apre con un sample che vi porta in braccio a Fatboy Slim in meno di tre secondi. Star 69!   [post_title] => Duke Dumont ha prodotto Katy Perry [post_excerpt] => Il pezzo, in collaborazione con Nicki Minaj, si chiama 'Swish Swish' [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => duke-dumont-prodotto-katy-perry [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 00:45:01 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 22:45:01 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29866 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [10] => WP_Post Object ( [ID] => 29881 [post_author] => 112 [post_date] => 2017-05-25 10:36:46 [post_date_gmt] => 2017-05-25 08:36:46 [post_content] =>   Si avvicina la stagione dei festival e il nostro sguardo, oltre che in Italia, comincia a sporgersi oltre le Alpi, dove l'offerta non manca. E subito attaccato al nostro stivale, più precisamente a Salisburgo, in Austria, troviamo l'Electric Love Festival. Quest'anno l'evento all'interno del Salzburgring, l'autodromo cittadino, compie cinque anni. Si può quindi definire un festival nuovo. Nonostante questo, in queste cinque edizioni dal suo palco sono passati praticamente tutti i maggiori dj di fama internazionale, con occhio particolare ad EDM mainstream, techno, hardstyle, drum'n'bass e bass music. Il 6, 7 ed 8 luglio Salisburgo ospiterà appassionati di tutta Europa insieme a Martin Garrix, DJ Snake, Armin Van Buuren, Dash Berlin, Hardwell, Zedd, KSHMR, Pendulum, Marshmello, Alan Walker, Paul Kalkbrenner, A-Trak, Flux Pavillion, Carnage, Tchami, Showtek, Yellow Claw, Will Sparks, Kryder, Shapov, Timmy Trumpet, Brennan Heart, Atmozfears, Coone, Da Tweekaz, Wildstylez, Noisecontrollers, Chase & Status e moltissimi altri.   18700394_1198345403626742_7592610574798879450_o   [post_title] => Electric Love Festival svela la line up del quinto anniversario [post_excerpt] => Martin Garrix, DJ Snake, Hardwell, Paul Kalkbrenner e Pendulum sono solo alcuni dei tantissimi nomi in programma [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => electric-love-festival-svelata-line-up-anniversario [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 00:38:11 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 22:38:11 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29881 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [11] => WP_Post Object ( [ID] => 29861 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-25 09:30:36 [post_date_gmt] => 2017-05-25 07:30:36 [post_content] =>   Il lancio del nuovo singolo di Axwell Λ Ingrosso rischiava di passare in secondo piano, visti i recenti fatti di cronaca che hanno coinvolto anche il duo svedese. Ma adesso che è uscito è giusto e opportuno presentare come si deve 'More Than You Know', traccia d'apertura dell'EP che porta lo stesso nome. Vi avevamo parlato dell'attesissimo EP qualche giorno fa, adesso è possibile ascoltarlo pensando magari di passare sabato 3 giugno dal Nameless Music Festival di Barzio per vedere Axwell Λ Ingrosso dal vivo. [post_title] => Ascolta il nuovo EP di Axwell Λ Ingrosso [post_excerpt] => E' uscito 'More Than You Know', l'attesissimo EP di Axwell Λ Ingrosso [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => ascolta-singolo-axwell-%ce%bb-ingrosso [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-25 00:42:15 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 22:42:15 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29861 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) )

SECONDARIE

L’incredibile ed emozionante show EPIC 5.0 di Eric Prydz al Victoria PArk di Londra

di Alberto Scotti, 29 maggio 2017

Il duo italiano Goja gioca pesante e, insieme a Loopers, ci fa vedere di che pasta è fatto. ‘Back To The Future’ è la loro nuova, potentissima traccia.

di Stefano Marano, 27 maggio 2017

Scopri HÏ Ibiza, il nuovo club di Playa D’En Bossa.

di Redazione, 26 maggio 2017

  Pioniere, profeta, anticipatore. DJ Shadow ha rappresentato un’innovazione strutturale nella musica elettronica degli anni ’90, e la sua fama da allora è rimasta intatta, insieme alla sua credibilità. ‘Entroducing…’

di Alberto Scotti, 26 maggio 2017

Le posizioni di Moby sul terrorismo estremista, raccontate in un’intervista a una quotidiano, sono nette e decise

di Alberto Scotti, 26 maggio 2017

La guida definitiva ai party migliori di Ibiza per l’estate 2017.

di Ale Lippi, 26 maggio 2017

“Mi piace perché: The Black Madonna”: le firme di DJ Mag raccontano i prorpri artisti preferiti

di Alberto Scotti, 25 maggio 2017

Secondo i dati distribuiti dall’International Music Summit, la music elettronica continua a crescere. Ecco qua alcune interessanti statistiche.

di Stefano Marano, 25 maggio 2017

In attesa dello Steel Yard London di questo weekend, Eric Prydz sgancia la super-news dell’arrivo della prima canzone ufficiale di Tonja Holma.

di Stefano Marano, 25 maggio 2017

Il pezzo, in collaborazione con Nicki Minaj, si chiama ‘Swish Swish’

di Ale Lippi, 25 maggio 2017

Martin Garrix, DJ Snake, Hardwell, Paul Kalkbrenner e Pendulum sono solo alcuni dei tantissimi nomi in programma

di Stefano Marano, 25 maggio 2017

E’ uscito ‘More Than You Know’, l’attesissimo EP di Axwell Λ Ingrosso

di Ale Lippi, 25 maggio 2017

TERZIARIE

L’editoriale del direttore Marco Mazzi da DJ Mag di marzo, in edicola

di Marco Mazzi, 21 marzo 2017

Mia Clubbing è il club di culto della Riviera del Conero. Fatboy Slim chiuderà la stagione invernale, mentre grandi aspettative si aprono su quella estiva

di Redazione, 20 marzo 2017

Al festival FORM Arcosanti Skrillex ha suonato un remix inedito del rapper più chiacchierato del mondo

di Alberto Scotti, 23 maggio 2017

Attentati come quelli di Manchester non si limitano auccidere, ma minano ogni nostra certezza

di Redazione, 23 maggio 2017

La Tour Eiffel, un dj come Feder, un party molto esclusivo: il racconto di una serata decisamente particolare

di Alberto Scotti, 23 maggio 2017

Non passa settimana senza che i The Chainsmokers ottengano qualche riconoscimento o stabiliscano un nuovo record.

di Michele Anesi, 22 maggio 2017

DJ Snake non appare mai in pubblico senza occhiali da sole. Il motivo è molto particolare.

di Ale Lippi, 22 maggio 2017

Due ore di musica inedita e spettacolare nel nuovo Essential Mix firmato 2 Many Djs

di Alberto Scotti, 22 maggio 2017

L’EDM è morta. L’EDM è viva. L’EDM non morirà mai. Dal magazine di maggio in edicola una riflessione sullo stato dell’arte.

di Ale Lippi, 22 maggio 2017

Le finali del dj contest hanno decretato i vincitori che si esibiranno al Nameless Music Festival

di Redazione, 21 maggio 2017

E’ successo durante la cerimonia d’apertura del Cannes Film Festival.

di Ale Lippi, 19 maggio 2017

Giancarlo Battafarano, aka Giancarlino, lascia la consolle del suo Goa dopo 30 anni di gloriosa carriera.

di Federico Piccinini, 19 maggio 2017
Array ( [0] => WP_Post Object ( [ID] => 29857 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-24 16:28:20 [post_date_gmt] => 2017-05-24 14:28:20 [post_content] =>   Non so se ci avevate fatto caso, ma da un annetto gira on line sul profilo Soundcloud di "Sample Smash", una serie di casse EDM (kick) da scaricare gratuitamente. Basta seguire le indicazioni riportate sulla pagina, per avere a disposizione quasi 100 kicks, tra i più usati nel genere big room. Provocazione o servizio pubblico? [post_title] => Scarica gratuitamente tutte le casse usate nella EDM! [post_excerpt] => Un centinaio di casse EDM (kicks) da scaricare gratuitamente su questa pagina Soundcloud. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => scarica-gratuitamente-tutte-casse-usate-edm [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-24 16:28:20 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 14:28:20 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29857 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [1] => WP_Post Object ( [ID] => 29854 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-24 16:02:47 [post_date_gmt] => 2017-05-24 14:02:47 [post_content] =>   Riecco Aphex Twin. Un paio di anni fa abbiamo accolto con grande piacere il suo ritorno sulle scene dopo tanti anni di silenzio, dedicandogli ampio spazio e una cover. Tra il 2015 e il 2016 Richard D. James ha fatto molto parlare di sè: il nuovo album, l'account Soundcloud da cui scaricare tantissima musica inedita. Si vocifera di qualche apparizione live. E se la qualità non è sempre stata all'altezza della fama e delle aspettative create dal Twin, pazienza. O meglio, per dirla tutta: gli anni passati hanno reso molto meno sorprendente lo stile di James, assolutamente fuori da ogni canone negli anni  '90 e oggi decisamente più avvicinabile. Poco male, Aphex resta sempre un campione. Oggi arriva un nuovo capitolo, pare stia per partire una sua collaborazione con la webradio NTS Radio. Sulla pagina Facebook dell'artista è infatti comparso un teaser (in tipico stile Aphex) che annuncia uin "prossimamente" e il link all'indirizzo www.nts.live/aphex . cosa significherà quel "live"? Un nuovo show in diretta? Dei live suonati appositamente per NTS?  Siamo molto curiosi, conoscendo il nostro uomo ci riserverà sicuramente qualcosa di speciale e inaspettato.   [post_title] => Un nuovo radio show per Aphex Twin [post_excerpt] => Aphex Twin ha annunciato la collaborazione con una importante webradio [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => radio-show-per-aphex-twin [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-24 16:02:47 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 14:02:47 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29854 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [2] => WP_Post Object ( [ID] => 29851 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-24 10:56:59 [post_date_gmt] => 2017-05-24 08:56:59 [post_content] =>   Con un accordo siglato con la provincia di Anversa, che ospita il festival, Tomorrowland avrà la possibilità di organizzare l'evento su due weekend fino almeno fino al 2033. Troppa la richiesta dei biglietti per soddisfare tutti, così, dall'estate in arrivo, Tomorrowland raddoppierà le possibilità di aggiudicarsi uno degli ambitissimi biglietti e, allo stesso tempo, duplicherà la già spaventosa offerta artistica.  Per l'edizione 2017, in programma il 21-22-23 e 28-29-30 luglio, gli artisti confermati sono oltre 1000, i promoter che avranno un proprio stage saranno 69 e le presenze toccheranno senza problemi le 360 mila unità.  Sono numeri pazzeschi che confermano il dominio del festival belga su scala mondiale. Ci vediamo a Boom, intanto studiamoci la line qui cliccando QUI [post_title] => I numeri di Tomorrowland 2017 fanno paura! [post_excerpt] => Doppio weekend fino al 2033: Tomorrowland raddoppia l'offerta artistica. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => i-numeri-tomorrowland-2017-fanno-paura [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-24 10:56:59 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 08:56:59 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29851 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [3] => WP_Post Object ( [ID] => 29838 [post_author] => 74 [post_date] => 2017-05-24 10:08:12 [post_date_gmt] => 2017-05-24 08:08:12 [post_content] => Foto: Niklas Nyman   Sandro Cavazza è nato a Stoccolma, ha origini italiane (bolognesi) e nella vita scrive e canta canzoni. Da anni collabora come autore con Avicii che lo ha coinvolto nella realizzazione di “True” e “Stories”. Adesso Sandro è pronto a correre da solo grazie ad un EP di quattro canzoni che porta il suo nome. Ne approfitto per scambiare quattro chiacchiere. Ciao Sandro, qual è l’elemento chiave del tuo EP? L’onestà. Hai suonato anche gli strumenti? Ho suonato le chitarre, il resto della musica è stata scritta da me o dai produttori con cui ho lavorato alla realizzazione di questo EP. C’è molta malinconia in questo EP. È il riflesso del tuo spirito? Sono per metà italiano e per metà svedese e sono stato educato con entrambe le culture. Ho preso gran parte dell’amore per la gente e la passione dal mio lato italiano, mentre la parte della mia personalità più introversa e riflessiva è svedese. La mia anima è in costante ricerca e sopporta dolore e tristezza come qualsiasi altra persona. Dove hai scritto le canzoni? I posti differenti. “Don’t hold me” nella stanza degli ospiti dei miei genitori mentre stavano partecipando ad un tradizionale pranzo della domenica. Ricordo di averci messo un’ora e di aver trovato il cibo ormai freddo una volta a tavola! Il resto delle canzoni sono state scritte in giro per Stoccolma con musicisti fantastici, per poi riscrivere il tutto per conto mio e completare il lavoro con uno stretto gruppo di lavoro a Gotland, una piccola isola a sud est di Stoccolma. Niklas Nyman Credi che la tua splendida voce sia più adatta ad un genere specifico? Ho sempre cantato tutto quello che mi andava di cantare. Per questo spero di aver assorbito le caratteristiche di ogni genere, come molti altri cantanti. Amo piegare le note, tecnica che tradizionalmente appartiene al blues. Inoltre la mia voce è rauca da quando sono cresciuto cantando rock, dai Queen ai Nirvana. Mi piace molto cantare anche il Jazz. Diciamo che mi rende felice cantare quello che mi fa stare bene, lascio a voi il giudizio se vi piace o no. Quali sono stati i tuoi più grandi successi come autore? Sono veramente contento di aver superato i 50 milioni di strema con “Gonna Love Ya” per Avicii e “Beautiful Life” per Lost Frequencies. È stato veramente un bel momento per me come autore. Stai pensando ad un tour? Sì, quello che desidero adesso è che un tour parta il prima possibile. Se non dopo questo EP perché non dopo il prossimo? Per il momento scrivere canzoni per il futuro è la mia priorità, ma durante l’estate mi esibirò qualche volta e sarà fantastico. Sei stato richiesto anche da altri artisti? Canto solo le canzoni che scrivo, non mi sentirei onesto altrimenti. Hai parlato con Avicii ultimamente? Sì. Come sta? Sembra stare molto bene! Era ancora un genio l’ultima volta che l’ho sentito… Credi che un giorno tornerà? Per il momento si sta occupando solo delle cose che gli piacciono e se tra queste c’è anche il fatto di tornare sul palco, quello solo il futuro ce lo potrà dire… So che sei coinvolto nella realizzazione anche del suo nuovo album. Puoi dirci qualcosa che non sappiamo? Guarda, per il momento non ne so più di te. Lasciami rispondere a questa domanda tra sei mesi e vedrai che avrò una risposta migliore da darti… [post_title] => La voce e la penna di Sandro Cavazza [post_excerpt] => Sandro Cavazza è una delle voci più interessanti in circolazione. Nato a Stoccolma da origini bolognesi, da anni collabora con Avicii. [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => voce-penna-sandro-cavazza [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-24 15:21:56 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 13:21:56 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29838 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [4] => WP_Post Object ( [ID] => 29846 [post_author] => 3 [post_date] => 2017-05-23 20:11:10 [post_date_gmt] => 2017-05-23 18:11:10 [post_content] =>   Ultima ora: con un post sui rispettivi account personali di Instagram, Axwell e Sebastian ingrosso hanno annunciato che non suoneranno alla finale di Europa League tra Manchester United e Ajax in programma domani sera, 24 maggio, alla Friends Arena di Solna, Stoccolma, in Svezia. Sarebbe stata una grande festa di sport e musica, i due svedesi avrebbero giocato in casa e dato un enorme valore aggiunto a uno splendido evento come la finale. Purtroppo, spiegano nel post, gli eventi di Manchester (l'attentato dopo il concerto di Ariana Grande) hanno portato i due dj a ripensare al contesto: "abbiamo lavorato di comune accordo con UEFA affinché la nostra performance fosse cancellata. Non ci sembra giusto e corretto continuare. Il Regno Unito rappresenta una parte importante della nostra carriera e i nostri cuori sono con loro e chi sta soffrendo a causa degli effetti della violenca, di qualunque tipo e da qualunque parte essa arrivi. Aspettavamo da tempo questo bellissimo evento ma in queste circostanze non ci sembra l'occasione giusta". Queste scelte sono sempre discusse e discutibili, in qualsiasi caso Axwell e Ingrosso meritano tutta la nostra comprensione e un grande rispetto per la delicatezza umana usata in un momento così tragico.   2017-05-23-PHOTO-00039596axwell [post_title] => Axwell ^ Ingrosso non suoneranno alla finale di Europa League [post_excerpt] => Dopo gli eventi di Manchester, Axwell ^ Ingrosso hanno preso una posizione chiara e non saranno presenti alla finale di Europa League [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => axwell-ingrosso-non-suoneranno-finale-europa-league [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-05-24 15:26:26 [post_modified_gmt] => 2017-05-24 13:26:26 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.djmagitalia.com/?p=29846 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) )

Un centinaio di casse EDM (kicks) da scaricare gratuitamente su questa pagina Soundcloud.

di Ale Lippi, 24 maggio 2017

Aphex Twin ha annunciato la collaborazione con una importante webradio

di Alberto Scotti, 24 maggio 2017

Doppio weekend fino al 2033: Tomorrowland raddoppia l’offerta artistica.

di Ale Lippi, 24 maggio 2017

Sandro Cavazza è una delle voci più interessanti in circolazione. Nato a Stoccolma da origini bolognesi, da anni collabora con Avicii.

di Ale Lippi, 24 maggio 2017

Dopo gli eventi di Manchester, Axwell ^ Ingrosso hanno preso una posizione chiara e non saranno presenti alla finale di Europa League

di Alberto Scotti, 23 maggio 2017