Ecco la colonna sonora di T2 Trainspotting

 

Pare sia stata rivelata “per errore” la colonna sonora più attesa del 2017, quella di T2 Trainspotting, sequel del cult di Danny Boyle. Mark Renton e la sua ballotta tornano sul luogo del delitto vent’anni dopo il primo film. Stesso cast, stesa regia, stesse canzoni. Perlomeno alcune. Perchè quella soundtrack irripetibile con Blur, Damon Albarn, Elastica, Pulp, e natuarlmente Underworld e compagnia bella, era la fotografia di un periodo storico incredibilmente vivace della musica britannica, la cosiddetta Cool Britannia. Oggi le cose non stanno più così, ma la colonna sonora del nuovo capitolo promette comunque bene: Young Fathers, Wolf Alice, High Contrast, Fat White Family, The Rubberbandits a rappresentare la musica made in UK contemporanea, e una manciata di classici come Frankie Goes To Hollywood, The Clash, Queen, Blondie, Run DMC (lo spettacolare e mitico remix di Jason Nevins di ‘It’s Like That’). Non potevano mancare gli Underworld, che hanno segnato il Trainspotting originale con la leggendaria ‘Born Slippy’ e che tornano, quasi fossero inevtiabilmente parte del cast a loro volta, con la misteriosa ‘Slow Slippy’ e con un brano dal titolo ‘Eventually But (Spud’s Letter to Gail)’. Interessante poi come è stato ricontestualizzato l’altro grande pilastro della prima soundtrack, ‘Lust For Life’ di Iggy Pop, che ritorna oggi remixato dai Prodigy.

 

t2tracklist1-500x413

Condividi con i tuoi amici










Inviare
L'autore: Alberto Scotti
Alberto Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico. Producer con molte release alle spalle e qualche presenza nella Top100 di Beatport.
Altri post di (492)