• News

  • 10 gennaio 2017

  • scritto da Federico Piccinini

Come sarà il 2017 di Porter Robinson?

 

Chiunque abbia vissuto l’ascesa del giovane Robinson fin dai suoi albori ha probabilmente passato gli ultimi due anni chiedendosi la mia stessa cosa: che fine ha fatto Porter Robinson?

Questo perchè nel 2015, a parte l’album dedicato ai migliori remix del suo fantastico ‘Worlds’, uscito nel 2014, lo statunitense si è fatto vedere e sentire davvero poco. Così come nel 2016, fino alla fatidica ‘Shelter’, uscita in estate, che è stata un po’ per tutti una liberazione. Un brano, a fianco dell’altrettanto giovane quanto talentuoso Madeon, che sicuramente si è inserito tra le migliori dance tunes dell’anno ma da cui sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa in più. Stiamo parlando di due nomi che in giovanissima età hanno ridettato le tendenze dell’electro house con un capolavoro dopo l’altro nel magico periodo 2011-2013.

 

 

Quindi, in seguito all’uscita di ‘Shelter’ con conseguente live tour, un gran successo che nei prossimi mesi arriva in Europa, l’interrogativo sul futuro di Porter Robinson rimane. Ma ci sono delle novità. La prima riguarda un presunto mini-album ‘Shelter’ in collaborazione tra Porter e Madeon, contenente diverse versioni del brano (tra cui una piano version e qualche remix) unitamente ad alcuni dei migliori singoli scritti dai due. In allegato con la limitatissima edizione ci sarebbe anche una bandiera ufficiale e la versione bluray del cortometraggio anime. Un pezzo da veri super fan che potete pre-ordinare qui in attesa della release del 15 febbraio. Una bella novità che però non porta nessun vento di cambiamento, dopo tutto si parla di un album cucito intorno ad un bel pezzo uscito ormai l’anno scorso. Ci sono altri assi nella manica da estrarre?

 

 

La domanda sorge spontanea alla luce della depressione che lo stesso Porter Robinson ha ammesso di aver sofferto per tutto il 2015. Un lungo periodo di confusione ed insicurezza, che lo ha portato a chiudersi in sé stesso e a non credere più nei suoi mezzi. Con risultato l’abbandono dei lavori a cui si stava dedicando. Tuttavia, il 2017 sarà un anno molto importante per riprendersi quanto aveva iniziato e riuscire finalmente a rialzarsi. La notizia l’ha data lui stesso con una serie di tweet, in cui lo statunitense annuncia di volersi allontanare dalla tour life nell’anno a venire per “concludere i suoi lavori”. Possiamo aspettarci dunque un album intorno a settembre? O forse una serie di EP autunnali? Tutto molto probabile. L’unica cosa certa sembra essere l’assenza dalla scena discografica almeno fino all’estate, dal momento che lo ‘Shelter Tour’ si concluderà al Coachella.

Forza Porter, facci vedere chi sei.

 

Condividi con i tuoi amici










Inviare
L'autore: Federico Piccinini
Ventitre anni di cui una buona parte vissuta nel club, ama inseguire la musica elettronica per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del genere. Appassionato anche di cinema e fotografia, sta vivendo le prime fasi di una carriera interamente dedicata alla musica.
Altri post di (255)