Domenica 17 Dicembre 2017
Costume e Società

Google festeggia 44 anni di hip hop con il doodle che vi fa diventare dj

Un divertente doodle permette di scratchare e mixare i più famosi break hip hop

 

11 agosto 1973: Kool Herc organizza una festa nel Bronx, a New York, un party divenuto leggendario e dal quale è “ufficialmente” nato l’hip hop. Herc era uno dei primi dj hip hop, e grazie all’utilizzo di due copie dello stesso disco, suonate su due diversi giradischi, poteva allungare il break ritmico di un brano risuonandolo a tempo sui due piatti, creando così una base lunga e omogenea su cui poi suonare altri pezzi, scratchare, e fare in modo che si creasse una ripetitività, un’iterazione ritmica che permettesse alle persone di ballare. Difficile dire se l’hip hop sia nato proprio quel giorno, esattamente i quel party di 44 anni fa. La storia è lunga e i racconti molteplici: i soundsystem, Afrika Bambaataa, Grandmaster Flash. Una lunga e affascinante leggenda. Ma oggi si celebra quel party, quel momento preciso, e anche Google ha deciso di festeggiarlo, a modo suo, con uno dei suoi ormai mitici doodle: se andate su Google sarà la voce di Fab 5 Freddy, altra leggenda vivente dell’hip hop, a guidarvi in un tutorial che insegnerà in pochi minuti i fondamenti del djing “com’era una volta”: piatti, una borsa di dischi e sample da scegliere, e la possibilità di scratcharci sopra e costruire nuovi beat. Divertitevi! E W l’hip hop, che ci ha cambiato la vita e ha cambiato la musica. 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.
Open form

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST DI
DJ MAG ITALIA

Iscriviti alla mailing list di Dj Mag Italia
Avrai vantaggi esclusivi
È gratis e potrai disdire la tua iscrizione in qualunque momento senza alcun costo