Domenica 22 Ottobre 2017
Interviste, News, Tech

Luca Pretolesi e la produzione di alto profilo

Abbiamo incontrato Luca Pretolesi dello Studio DMI. Head mixing & mastering engineer, Pretolesi ha detto la sua a Milano presso il mitico Kaneepa Studio di Michele Canova in occasione di una full immersion dedicata ai giovani produttori (e non solo a questi), smaniosi di apprendere da questo straordinario professionista l’arte del mixing e del mastering. Durante questa sessione Pretolesi ha svelato dei trick che davvero hanno cambiato la vita in meglio, a livello professionale, dei motivatissimi produttori presenti.

“Lo Studio DMI sta sviluppando un mini laboratorio che inizierà il prossimo 9 ottobre, diverso dal solito nostro laboratorio avanzato”, spiega Pretolesi. “Questo Pro-Mix è focalizzato su una tecnica specifica per due ore consecutive (quindi non è il solto corso relativo al processo di mixaggio e di mastering del workshop di tre giorni). Si tratta di un focus sullo Split-band Processing totalmente a sé (e quindi non relativo al metodo multibanda): un concetto sviluppato da me stesso inerente al famoso ‘game changer’” .

Lo Split-band può essere usato come approccio creativo e come tecnica di lavorazione di buss processing bus in fase di utilizzo di automazioni e di mix con stems a scopo di mastering. Nel corso degli ultimi mesi, Luca Pretolesi ha avuto il desiderio di perfezionare questo nuovo sistema per aumentare il volume, per la “transient response”, per la pienezza generale e la chiarezza e la pulizia di un intero missaggio.
“Il nostro Laboratorio Mix Avanzato è un laboratorio on-line mentre il nostro Pro-Mix Workshop è un laboratorio che facciamo in studio, dal vivo”.

Luca Pretolesi, vero re dei rave di fine anni Ottanta, noto ai più come Digital Boy, è nato a Genova. Ha suonato con Adamski, Moby, WestBam, Dr Motte e tanti altri. Leader nella musica elettronica, dal 2001 vive e lavora a Las Vegas, negli Usa. Oggi lavora con tanti produttori top della musica dance elettronica, come Skrillex o Diplo. Si occupa di trap, house, EDM, hip-hop, dubstep e insegna tecniche di mixing e mastering. Dopo i workshop online in lingua italiana, ecco quelli dal vivo nel capoluogo lombardo. Questo il link alla sezione didattica.

La video intervista

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.
Open form

ISCRIVITI ALLA MAILING LIST DI
DJ MAG ITALIA

Iscriviti alla mailing list di Dj Mag Italia
Avrai vantaggi esclusivi
È gratis e potrai disdire la tua iscrizione in qualunque momento senza alcun costo