• Clubbing

  • 4 aprile 2017

  • scritto da Stefano Marano

Rivivi la Boiler Room in prima persona grazie alla realtà virtuale di Google

 

VR Dancefloors: Techno in Berlinè la collaborazione nata tra Boiler Room e Google. Ma di cosa si tratta? Il progetto si basa essenzialmente sull’obiettivo principale della realtà virtuale, ossia far vivere al fruitore una specifica esperienza ovunque esso si trovi, in qualunque tempo e spazio.

E così, da qualche giorno, grazie a Google Pixel e Daydream View, ossia il nuovo smartphone e il nuovo set per VR di Cupertino, sarà possibile rivivere, o vivere per la prima volta in prima persona, 15 minuti del set del trio tedesco FJAAK, andato in scena proprio a Berlino con il marchio Boiler Room.

Sarà possibile non solo vedere cosa si ha intorno ed ascoltare la musica, ma gironzolare per il locale, osservare le installazioni artistiche e interagire con ciò che si trova intorno. Il set sarà scaricabile tramite Inception VR app, la speciale applicazione dedicata al download dei contenuti per realtà virtuale targata Google.

 

 

Condividi con i tuoi amici










Inviare
L'autore: Stefano Marano
Altri post di (95)