• Festival

  • 13 aprile 2017

  • scritto da Michele Anesi

Steel Yard London, la storia della musica passa da qui

 

Brividi ed eccitazione. Ecco cosa proviamo quando pensiamo a ciò che ci aspetta – e con noi, aspetta migliaia di appassionati – nel Bank Holiday Weekend, il 27 e 28 maggio a Londra. Con la stagione dei festival dietro l’angolo e il cartellone di Ibiza quasi completo, Steel Yard London si pone come l’Evento (con la E maiuscola) più interessante di tutta la primavera, se non di tutto l’anno.

E lo diciamo senza paura di essere smentiti. Il perché è presto detto: innovazione, esclusività e assoluta qualità sono gli ingredienti che promettono di far diventare questa due-giorni uno degli highlight del 2017. Con una mega-struttura progettata e realizzata appositamente per Creamfields – che per grandezza, innovazione tecnologica, produzione e cura dell’audio non ha rivali in Europa – e una line up pazzesca, i fan potranno immergersi “in un nuovo concetto di festival in cui lo spettatore stesso sarà parte della produzione”.

Il 27 maggio vedrà il ritorno in Inghilterra di Eric Prydz che, in quest’unica data europa per tutto il 2017, presenterà il rivoluzionario e attesissimo show EPIC 5.0. Descritto senza mezzi termini come lo spettacolo audio/video più tecnologicamente avanzato al mondo, la quinta versione di questo concept-show manterrà intatti i suoi core-elements ma sarà il 30% più grande di quello tenutosi al Madison Square Garden e farà uso dei più grandi ologrammi mai utilizzati in un evento musicale! Il giorno seguente sarà la volta di Axwell /\ Ingrosso che, supportati da Don Diablo, Martin Solveig, Third Party e Faithless (dj set), alzeranno ancora una volta l’asticella dell’intrattenimento per qualcosa che si prospetta come assolutamente indimenticabile.

Noi di DJ Mag Italia saremo presenti entrambi i giorni per raccontarvi minuto per minuto tutti i retroscena di questo incredibile weekend. Seguiteci sui nostri social per rimanere aggiornati e ricevere le ultime news sia prima, che durante che dopo l’evento. C’è ancora tempo, certo, ma noi con la testa siamo già lì! La storia ci aspetta.

Condividi con i tuoi amici










Inviare
L'autore: Michele Anesi
Michele Anesi
Sono un ragazzo semplice che ama profondamente la Musica Elettronica. Preferisco nettamente la sostanza all'apparenza.
Altri post di (114)