Mercoledì 13 Novembre 2019
Interviste

5 classici scelti da Throttle

Per quanto sia discussa e messa in dubbio una volta si e l’altra pure, la top 100 Beatport disegna un quadro generale del mercato musicale dei dj/producer. Non arrivi primo se hai i tanto chiacchierati autobuy, ma ci arrivi (e ci resti) con talento e capacità fuori dal comune. In questo modo, il diciannovenne australiano Throttle sta disegnando la sua personale parabola ascendente grazie a successi di assoluto spessore. A partire da remix per Avicii, Conrad Sewell e Sam Smith passando per uscite su Monstercat e mixati per Pete Tong, le più recenti meraviglie del giovane aussie si chiamano “September” e “Waiting” e portano la sua dirty disco su un livello che sta facendo impazzire il mondo.

Anche noi ci siamo innamorati del suono di questo giovane ed entusiasta dj e gli abbiamo chiesto di condividere per il pubblico di DJ MAG Italia i classici da tenere sulle dita di una mano.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Marco Cucinotta
Innamorato del suono che irrompe squarciando la mediocrità, sono sensibile al cielo quando incontra le stelle e nutro la mia fede nell'avvenire lasciando che siano le sensazioni a parlare di verità.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.