• MERCOLEDì 01 FEBBRAIO 2023
Interviste

60 seconds with Cosmicat

La dj e producer saudita, il suo nuovo EP, gli studi in medicina e la passione per i meme. E a proposito di quell’hotel e di quella spa per gatti…

 

Si intitola Ascensionl’imminente EP della dj e producer saudita Cosmicat, appena uscito per la label MDLBeast Records. Protagonista della prima Boiler Room di sempre in Bahrein, Cosmicat è tra gli artisti in cartellone ad Aravia e a Soundstorm, quest’ultimo il festival in programma da giovedì 1 a sabato 3 dicembre 2022. Conosciamola meglio con le sue risposte in 60 secondi.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
L’album “Slicker Than Your Average” di Craig David (2002). Quanti ricordi e quante emozioni in particolare per la sua canzone “Rise and Fall” cantata insieme a Sting.

I tuoi idoli quando eri agli inizi?
All’inizio i miei idoli erano le star R&B e pop. Quando sono andata al college per studiare e diventare dentista, ad una conference studentesca a Dubai ho scoperto quasi per caso la deep house; rientrata in Arabia Saudita ho iniziato ad appassionarmi a questa musica, che adesso è parte integrante della mia vita.

Che lavori hai fatto prima di diventare un’artista?
Sono una professionista sanitaria, sono laureata in odontoiatria, chirurgia orale e medicina. Ho lavorato per un paio d’anni in uno studio privato prima di dedicarmi a tempo pieno alla musica.

Se non fossi diventata un’artista adesso saresti…
Una pilota d’auto da corsa. Più realisticamente mi sarei dedicata alla pittura e alle arti immersive.

La cosa più pazza che hai fatto con i primi soldi guadagnati con la musica?
Ho portato i miei gatti in un hotel e in una spa per gatti per due settimane, ma a loro questa esperienza non è piaciuta per niente.

Le tue serie tv preferite?
Non ho molto tempo per guardare le serie tv, quando riesco preferisco quelle stile humor nero come The Office; adesso però sono assolutamente in fissa con Il Racconto dell’Ancella, storie di donne che lottano per la loro libertà. Un serie che mi sta emozionando tantissimo.

I tuoi hobby?
Disegnare vestiti, sto diventando la stilista di me stessa. Dipingo, faccio costumi per i miei eroi immaginari, mi piacciono tantissimi i videogiochi, in particolare quelli automobilistici. Sono assolutamente affascinata dalle Ferrari.

Il tuo rapporto con i social?
Vado pazza per i meme, credo di conoscerne più di quanti ne esistano sul web.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj, cantante, performer o producer?
Capite subito che cosa volete e quale debba essere la vostra strada da percorrere, individuando prima possibile metodo e strategia per arrivarci.

Un errore che non rifaresti?
Mandare i miei gatti in quell’hotel e in quella spa.

La scelta migliore della tua vita?
Seguire i miei sogni e non accontentarmi di un lavoro dalle 9 di mattina alle 5 di pomeriggio, per quanto ami tutt’ora prendermi cura della salute delle persone: ma se non avessi fatto le mie scelte, la mia vita non sarebbe stata la stessa cosa.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.