Giovedì 03 Dicembre 2020
Interviste

60 seconds with James Solace

Il dj e producer inglese, la sua nuova produzione e le sue sane abitudini, che non ha minimamente cambiato durante il lockdown

 

Si intitola ‘Setting Sun’ (Four Thirty Two), l’ultimo singolo di James Solace, il nuovo pseudonimo di Burnski, dj e producer inglese capace negli anni di muoversi attraverso i più svariati generi di musica elettronica: non soltanto tech-house ma anche drum and bass, garage e 2-step. La sua nuova release si aggiunge alle precedenti uscite su label quali Knee Deep In Sound, Hot Creations e Last Night On Earth. Conosciamolo meglio con le sue risposte in 60 secondi.

 

Il primo disco che hai comprato?
‘Around The World’ dei Daft Punk.

Il tuo idolo quando eri agli inizi?
Bella domanda… avevo tanti idoli da giovane. Se devo sceglierne uno, punto su Roger Sanchez.

Se non fossi diventata dj adesso saresti…
Ho sempre amato e praticato tanti sport, forse adesso sarei un allenatore.

I tuoi hobby?
Sport, letture, apprendimento, meditazione e lunghe camminate!

Le tue serie tv preferite?
I Soprano.

Il tuo rapporto con i social?
Li frequento lo stretto necessario. Sono un grande strumento ma a volte con i social si fa troppo chiasso. Come tutte le cose, basta saperle usare nel modo giusto.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj?
Fate quello che piace, e fate in modo di farlo nel modo migliore.

Come hai vissuto il lockdown?
Non ho modificato molto le mie abitudini: sveglia alle 5, musica, una corsa, ancora musica, meditazione, riposo, dormire. E poi tutto da capo il giorno dopo. La mia è una vita molto semplice.

Un errore che non rifaresti?
Non dare ascolto a me stesso ogni volta che avrei dovuto. Un errore che crescendo non ho più commesso.

La scelta migliore della tua vita?
Aver scelto di vivere in tanti posti diversi: Londra, Leeds, Berlino, Ibiza…

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.