Domenica 28 Novembre 2021
Interviste

60 seconds with Monki

La dj e producer inglese, il suo nuovo disco, il suo grande amore per il calcio. E quello che ha imparato durante il lockdown

 

Con l’EP ‘Yourican Soul’ la dj e producer inglese Lucy Monkman aka Monki ha appena fatto il suo debutto su Hot Creations, l’etichetta discografica fondata nel 2010 da Jamie Jones e Lee Foss. Due tracce che rappresentano un vero e proprio omaggio di Monki alla cosiddetta house old school, un nuovo step per un’artista protagonista con i suoi radio show su BBC Radio 1 e per Defected. Senza dimenticare i suoi trascorsi di calciatrice di ottimo livello: se non avesse scelto il djing, probabilmente l’avremmo vista giocare con regolarità ai Mondiali o in Champions League. Nelle sue risposte in 60 secondi, il suo amore per il calcio emerge in tutta la sua dirompenza.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
Erik B for President’ di Erik B and Rakim (1987).

Il tuo idolo quando eri agli inizi?
Annie Mac.

Se non fossi diventata una dj adesso saresti…
Potendo scegliere, una calciatrice professionista.

Come hai trascorso la quarantena?
Mi sono dedicata a finire i miei EP e mi sono concentrata tanto sul fitness. In questi mesi ho davvero capito che cosa sia importante per me e che cosa non lo sia.

I tuoi hobby?
Sport, sport, sport. Gioco a calcio tre volte a settimana e adoro fare ginnastica.

La tua serie tv preferita?
I Soprano.

Il tuo rapporto con i social?
Amore e odio. Sono consapevole siano molto utili, ma allo stesso tempo anche molto pericolosi.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj o producer?
Imparate dagli altri e non abbiate mai paura di fare domande.

Un errore che non rifaresti?
Ogni errore è sempre una lezione…

La scelta migliore della tua vita?
Avere avuto il coraggio di puntare su una professione dove non esistono certezze.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.