• VENERDì 02 DICEMBRE 2022
Interviste

60 seconds with Nicky Romero

Il dj e producer olandese, i primi dieci anni della sua label, il suo progetto parallelo. E la scelta migliore della sua vita, a quattro zampe

Foto di Kevin Anthony Canales

Nicky Romero si appresta ad essere uno dei protagonisti del prossimo Amsterdam Dance Event, in programma da mercoledì 19 a domenica 24 ottobre: giovedì 20 Romero festeggerà i dieci anni della sua label Protocol con uno showcase all’Escape. Sull’ADE e i suoi party torneremo nei prossimi giorni con una guida dedicata; nel frattempo con il suo alias Monocule è uscito con la nuova traccia ‘Stargazing’: è il momento di conoscere meglio il dj e producer olandese – poliziotto mancato – con le sue risposte in 60 secondi.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
Un album o un’audiocassetta di Michael Jackson, poco prima che mi padre mi portasse ad un suo concerto.

I tuoi idoli quando eri agli inizi?
Carl Cox, David Guetta e Tiësto, da sempre miei punti di riferimento.

Se non fossi diventato dj adesso saresti…
Con tutta probabilità un poliziotto.

Che lavori hai fatto prima di diventare dj?
Ho lavorato in negozio di computer e per una società di noleggio e produzione audio e video.

La cosa più pazza che hai fatto con i primi soldi guadagnati con la musica?
Mi sono comprato un Audi A3, più che altro per viaggiare in maniera confortevole tra una serata e l’altra. Un investimento importante considerato che ero agli inizi, ma non lo definirei una pazzia!

La tua serie tv preferita?
Dexter e Il Trono di Spade.

Il tuo rapporto con i social?
Un buon rapporto, so quando staccarmene.

I tuoi hobby?
Gaming, Call Of Duty e FIFA in particolare. Sono anche un fan degli sport motoristici, posseggo alcune macchine e moto sportive, così come mi piace dedicarmi al barbecue quando il tempo me lo consente.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj o producer?
Siate persistenti. Fissate un obbiettivo e raggiungetelo, senza preoccuparvi di quello che succede nel percorso. Di Martix Garrix ce n’è uno, ma c’è spazio anche per voi!

Un errore che non rifaresti?
Non sovraccaricarmi troppo di lavoro. Si devono bilanciare professione e vita privata: la pausa forzata a causa del Covid mi ha aperto gli occhi in questo senso.

La scelta migliore della tua vita?

Il mio cane Ravi. La cosa più bella del mondo.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.