• MERCOLEDì 05 OTTOBRE 2022
Interviste

60 seconds with R3HAB

Il dj e producer olandese, il suo nuovo disco, l’idolo di gioventù, l’acquisto più folle mai fatto, la sua opinione sui social

 

Si intitola ‘Weekend On A Tuesday’ il nuovo singolo che il dj e producer R3HAB ha realizzato insieme a Laidback Luke per le label CYB3RPVNK / anotherblock, con tanto di relativo NFT. All’anagrafe Fadil El Ghoul, olandese con origini marocchine, R3HAB è tra i protagonisti della scena elettronica internazionale dai ormai 15 anni, grazie ai suoi remix per Rihanna, Drake, Taylor Swift e Calvin Harris e ai suoi set in festival quali Coachella, EDM, Tomorrowland e Ultra. Lo scorso anno si è classificato al 12esimo posto nella nostra Top 100: poco più di un mese e sapremo in che posizione sarà quest’anno. In attesa, conosciamolo meglio con le sue risposte in 60 secondi.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
‘The Fat Of The Land’ dei Prodigy (1997). Avevo 11 anni ed è stato il disco che mi introdotto alla musica elettronica.

I tuoi idoli quando eri agli inizi?
Mental Theo, uno dei più grandi dj olandesi di sempre.

Se non fossi diventato dj adesso saresti…
Amo la cucina un po’ di tutto il mondo, quindi è probabile che sarei diventato uno chef.

Che lavori hai fatto prima di diventare dj?
Ero un postino. Fa ridere, lo so…

La cosa più pazza che hai fatto con i primi soldi guadagnati con la musica?
Niente di particolarmente folle, i soldi li ho sempre investiti o utilizzati per cose piuttosto noiose da raccontare. Un po’ di tempo fa ho comprato una Lamborghini. Se vogliamo cercare qualcosa di folle nei miei acquisti, eccola qua!

La tua serie tv preferita?
Due grandi classici: Il Signore degli Anelli e il Trono di Spade.

Il tuo rapporto con i social?
Se usati bene sono molto utili per creare contatti e diffondere la propria musica. Creano però dipendenza, quindi vanno utilizzati con parsimonia.

I tuoi hobby?
Gaming, ascoltare musica di generi più diversi possibile, guardare un bel film o andare al cinema.

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj o producer?
Utilizzate il vostro tempo a disposizione con saggezza.

Un errore che non rifaresti?
Non dare la giusta importanza a programmare tutto quanto. Una buona dieta, ad esempio.

La scelta migliore della tua vita?
Prendersi cura di me e della mia salute (sport e buona alimentazione). E diventare un producer.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.