Domenica 13 Giugno 2021
Interviste

60 seconds with Rebūke

 

Da tempo si parla sempre di più insistentemente del dj e producer irlandese Rebūke, la cui ascesa internazionale è coincisa con la traccia ‘Along Came Polly’, che gli ha aperto le porte di BBC Radio 1 e di conseguenza di molte chart e di tanti club prima britannici e poi ibizenchi: un percorso che certifica come sia stata imboccata la strada giusta. Nelle scorse settimane è uscito il suo nuovo EP ‘Wasp’ su Drumcode, la label di Adam Beyer, al quale è legato da una lunga amicizia, non soltanto da rapporti professionali. All’anagrafe Reuben Keeney, ha scelto come pseudonimo Rebūke, sia quale gioco di parole con il suo nome e cognome sia perché in inglese significa rimprovero, ovvero un modo per stimolarsi a diventare sempre migliore. Per tutti gli altri quesiti, ecco le sue risposte in 60 secondi.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
‘Kernkraft 400’ di Zombie Nation (1999).

Il tuo idolo quando eri agli inizi?
Fergie! Quando ero agli esordi era il dj irlandese più famoso; all’epoca suonava hard house, poi si è spostato sulla techno. Mi ha letteralmente preso sotto la sua ala protettiva, andai insieme a lui alla mia prima serata da dj a Letterkenny, la mia città natale. Siamo ancora molto amici e per me è sempre la stessa icona di quando ero teenager.

Se non fossi diventato un dj adesso saresti…
Non ne ho proprio idea, anche perché non so fare niente altro!

Che cosa ti piace e che cosa non ti piace del tuo lavoro.
Amo tutto del mio lavoro. Odio non poterlo fare da troppo tempo, per i motivi che conosciamo.

I tuoi hobby?
La musica, prima di ogni altra cosa. Poi guardo molti film e gioco a Cyberpunk.

La tua serie tv preferita?
Breaking Bad.

Il tuo rapporto con i social?
Amo quanto li odio!

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj o producer?
Siate voi stessi, tutti gli altri posti sono già occupati.

Un errore che non rifaresti?
Non aver rinnovato il mio studio quando avevo tante nuove tracce da produrre e da remixare. E mi è successo abbastanza di recente.

La scelta migliore della tua vita?
Aver tenuto duro nel coltivare i miei sogni per oltre dieci anni, senza mai rassegnarmi ad una vita di routine, anche se è quanto di più normale possa capitare a tutti quanti.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.