Sabato 31 Ottobre 2020
Interviste

60 seconds with Roberto Surace

Il dj e producer italiano, i suoi idoli, i suoi consigli agli aspiranti dj e l’utilizzo sempre consapevole dei social network

 

Nato a Roma, cresciuto in Calabria, lo scorso anno Roberto Surace ha raggiunto un traguardo che è il sogno di tantissimi dj e produttori: realizzare un brano diventato un inno ibizenco, capace di aggiudicarsi i Dj Awards. Tutto questo è accaduto grazie a ‘Joys’, uscito su Defected e con il passare dei mesi remixato da Todd Terry, Purple Disco Machine, OFFAIAH e Jonas Blue; una traccia sempre più destinata a diventare un evergreen. In attesa della sua prossima hit, conosciamolo meglio con le sue risposte in 60 secondi.

 

 

Il primo disco che hai comprato?
‘Show Me Love’ di Robin S.

Il tuo idolo quando eri agli inizi?
Sin dall’inizio il mio idolo indiscusso è sempre stato Marco Carola, il numero uno in assoluto sia dal punto di vista tecnico sia per le scelte musicali. Sono molto legato anche al sound di Carl Cox, Jamie Jones, Martinez Brothers, Joseph Capriati, Dennis Ferrer e Archie Hamilton.

Se non fossi diventata dj adesso saresti…
Dopo la musica la mia seconda passione è la cucina. Magari sarei diventato uno chef!

I tuoi hobby?
Mi dedico 24 ore al giorno alla musica, tempo per gli hobby non ce n’è molto. Quando sono più libero amo fare lunghe passeggiate, per ricaricarmi e tornare a fare musica!

Le tue serie tv preferite?
Stranger Things, Gomorra, La Casa Di Carta e Narcos.

Il tuo rapporto con i social?
Dedico ai social una, massimo due ore al giorno. I social sono molto utili per condividere con tutti quello che si fa, come un diario che ogni tanto è piacevole ripercorrere a ritroso per rivedere quello che si è fatto…

Che cosa suggerisci ai giovani che vogliono diventare dj?
Un dj deve ascoltare tantissima musica, avere un set originale e saper stupire il pubblico; le produzioni sono importantissime perché rappresentano il biglietto da visita di un dj, lo aiutano a farsi conoscere e ad avere un proprio sound ben definito.

Pregi e difetti?
I difetti lasciamoli perdere, altrimenti servirebbe un’intera intervista per elencarli! Il mio pregio maggiore? La tenacia.

La scelta migliore della tua vita?
Dedicarmi al 100% alla musica.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.