Martedì 22 Ottobre 2019
Recensioni

Alan Fitzpatrick : “Turn down the lights” Ep.

A qualche mese di distanza dal successo firmato Cocoon di “Truant” Ep, Alan Fitzpatrick ritorna con prepotenza tra i piani alti degli indici di gradimento con un nuovo lavoro: “Turn down the lights ” Ep per Drumcode, scuderia madre per l’artista britannico. 134Esimo successo per la label di Adam Beyer, “Turn the lights down” è un elogio alle sonorità di Fitzpatrick, da sempre espressive di un sound unico e marcatamente identificabile al primo ascolto. Il sample pack utilizzato è lo stesso sin dai tempi di “Skeksis” e “For an endless night” ma Alan è un producer di raffinata levatura, capace ogni volta di incidere brani di notevole risonanza tecnica e di intenso impatto nonostante un fedele utilizzo di un ristretto quantitativo di suoni e metriche di base simili tra una traccia e l’altra. L’inclinazione verso sonorità house dell’artista trova realizzazione nel brano di apertura dell’Ep, “Turn the lights down”. La natura techno di Fitzpatrick si impone nei due pezzi che completano la release. “Organic” è una traccia rullante, accompagnata da un vocal deciso: “It’s time for the revolution”. “The Catalyst” frappone basso techno a tastiere electro ed è decisamente la traccia di maggiore originalità nonché spessore contenutistico dell’intera relase. Ecco l’Ep in preascolto:

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.