• MARTEDì 18 GENNAIO 2022
Interviste

Il ritorno di Obi Baby tra antidoti, album e una label per scacciare il passato

Si intitola ‘Panacea’, è rinchiuso anche in una siringa ed è l’album che riporta sotto i riflettori un dj che non ha voluto limitarsi a suonare sui balconi ma che è andato oltre. Molto oltre. Sempre

Ci sono personaggi che nella buona o nella cattiva sorte riemergono sempre. Molti hanno provato a percorrere nuove strade in questo difficile periodo, perché costretti. Alcuni hanno invece semplicemente liberato il proprio estro con disinvoltura. Tra questi ultimi c’è Obi Baby, dj della serata Pervert, all’anagrafe Cristian Cafarelli, uno che le mode non le segue mai ma le impone. Ha da poco aperto un’etichetta discografica, la Pervhertz Milano, e realizzato un album davvero speciale, fuori dalle righe, mezzo club e mezzo no, irriverente, a suo modo rivoluzionario: ‘Panacea’.

Un progetto “difficile da raccontare” perché è stato prodotto in uno dei momenti “più catartici” della vita di Obi Baby. Un album come il lettino dello psicanalista: “per razionalizzare quello che stava accadendo, fra paure, ansie e isolamento”. Ne è emerso un progetto ambizioso, dove l’artista ha riversato tutta la sua passione per la musica. Per un anno la ‘Panacea’ ha contribuito a mantenerlo lucido e occupato mentalmente.

 

Il dj ha proprio staccato il cervello da tutto e tutti: “mettendo il cuore al primo posto. In effetti ogni traccia è molto emotiva, o almeno lo è per me”. Di Pervert, il club che lo ha consacrato, c’è la sua militanza nella musica da club da 30 anni. “Un viaggio bellissimo che parte dalla periferia di Rozzano fino al Salento di mammà. La voglia inarrestabile di fare le cose fatte bene. Di organizzare party per la mia città: Milano. È un viaggio lungo che si avverte nei colori di tutto l’album”, spiega Obi Baby. E Ivan, invece, spalla per anni di mirabolanti avventure? Che fine ha fatto? “Abita sempre accanto a me ma è uscito da anni dal progetto Pervert, per concentrarsi sulla sua agenzia di spettacoli”.

‘Panacea’ è un album sotto forma di atomi anche di una chiavetta usb molto particolare, a forma di siringa e carica di super pezzi in digitali. “Ho pensato quale potesse essere il mio contributo in un momento così tragico e ho pensato di creare il mio vaccino. Una chiavetta pronta a iniettare il mio fluido benefico: la mia musica. Ho messo all’opera i miei elfi fatati e ci siamo messi a confezionare un centinaio di preziose dosi che verranno date ai più fortunati”.

 

Più volte Obi Baby si è chiesto, mentre componeva le tracce, se non stesse esagerando col fatto di realizzare quasi esclusivamente delle tracce da dancefloor. Risposta? “‘Panacea’ è un album da suonare a tutto volume. I dj si fanno sempre un sacco di pippe mentali, se sono cool abbastanza, se il loro profilo artistico è “giusto” o meno, o quello che penseranno di loro i colleghi. Io ho seguito solo il mio desiderio di ballare. Io adoro ballare e perdermi nell’atto liberatorio della danza. Per me è terapia al pari di una medicina”.

Obi Baby ha abbracciato la musica elettronica perché in qualche modo lo ha salvato e guarito dalla sua proverbiale timidezza. “Per questo dico che la musica è la cura a tutti i mali. E rimane l’atto più rivoluzionario in assoluto”. E cita così una frase di Emma Goldman tratta dal film ‘V per Vendetta’: If i can’t dance, it’s not my revolution. Che suona un po’ così: Una rivoluzione senza un ballo è una rivoluzione che non vale la pena di fare. Come e perché è nata invece l’etichetta Pervhertz? “Solo così ho la possibilità di coltivare la mia visione della musica. Quindi senza pensare minimamente al mercato o a logiche commerciali, faccio uscire solo le cose che ritengo veramente valide”.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.