Sabato 04 Dicembre 2021
News

Ricordate i Rockets? Hanno pubblicato un album. Di 40 anni fa

Dalle ceneri del passato il leader della band Fabrice Quagliotti scova dei master impolverati, pubblica ‘Alienation’ per i fan più sfegatati e annuncia lo stop definitivo discografico della band

Chi non ricorda i Rockets, la band di argentei francesi che spopolarono dalla fine degli anni Settanta con il loro space rock elettronico? Bene, l’attuale leader del gruppo Fabrice Quagliotti ha acquistato dei nastri originali recuperati più di dieci anni fa in Francia e li ha pubblicati sotto forma di album in questi giorni su cd e vinile.

La cosa ha mandato in visibilio i fan della band che ha celebrato ‘Alienation’ (questo il titolo del lavoro, su Intermezzo) con un vero e proprio soldout. Le copie sono in costante ristampa e valorizzano quello che è stato l’impegno di Quagliotti nel curare un lavoro certosino e quasi infinito. Corredato da una copertina iconica e creata ad hoc dal disegnatore Victor Togliani. ‘Alienation’ è nato grazie a un lungo restauro, un diligente mix e un attento mastering.

 

“Le tracce sono state registrate tra la fine del 1980 e i primi mesi del 1981 tra la Decca di Parigi e il Saint Soupplet, in una villa acquistata da Claude Lemoine dove fu allestito l’iconico studio di registrazione Rockland Studios, rivela Quagliotti. Una selezione di rarità, quindi. Due tracce furono integrate al noto ‘TT 3,14’, pubblicato nell’autunno del 1981, ed erano ‘Hypnotic Reality’ e ‘King of the Universe’, poi completamente e nuovamente incise.

“Questo è il tassello mancante della nostra discografia, quasi sostituisce ‘TT 3,14’. Si tratta di un album che celebra i 40 anni di storia dei Rockets. Se le tracce vengono ascoltate singolarmente, si intuisce che erano troppo avanti per quell’epoca”. Prima della fase di mastering, Fabrice Quagliotti e il tecnico Michele Violante hanno usato uno speciale forno per separare le pellicole.

“Abbiamo lavorato per mesi al restauro e al mastering. Arrivare al prodotto finale non è stato facile”. Sono brani, quelli di ‘Alienation’, che i Rockets porteranno prossimamente in tournée. “I prossimi Rockets saranno solo live e si fermeranno qui, con ‘Alienation’, con le attività discografiche”.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.