Giovedì 21 Novembre 2019
News

Astro Festival 2017: La notte delle certezze

 

Il sogno di una notte di mezz’estate è quello che ti coglie quando puoi immergerti nell’atmosfera dei festival estivi. Pur essendo giovane Astro è uno di quelli, entrato in punta di piedi nella programmazione dei mesi caldi con Caribou, Four Tet e Floating Points, solo per citarne alcuni. Per questa edizione la line up non offre “cali di tensione”, coniugando l’abbraccio ampio di artisti come Moderat e Dixon a scelte stilistiche meno plenarie. Clap! Clap! trascinante, energico e percussivo apre le danze senza troppi fronzoli, il sole si fa sentire ma le vibrazioni sono buone e nessuno si risparmia sotto palco.

 

 

Cala la notte e Gold Panda estrae dal cilindro un live set incalzante, sincopato e coinvolgente che si sbilancia molto sul lato dancefloor del suo ventaglio artistico. Mancano i momenti introspettivi che i fan più accaniti avranno imparato ad amare ma dopo di lui tocca ai Moderat e non c’è spazio per le esitazioni. Ancora una volta il trio composto da Apparat e Modeselektor appare solido, tecnicamente ineccepibile e capace di aggregare un utenza molto eterogenea. Sì, stiamo parlando di una delle cose più pop nell’ambito, non è una novità e ancora una volta ripetiamo che è giusto che sia così. Dixon prende le redini della situazione al termine del concitato live dei Moderat. Il dancefloor soffre il cambio palco ed il dj tedesco riparte dal basso, in un crescendo impeccabile che verso la fine apre a ritmi solari e tribali. Nello stage esterno Daniele Baldelli regala come al solito una delle performance migliori della serata e conferma il suo stato di forma invidiabile, proprio di chi sta vivendo una seconda giovinezza.

 

Uno dei momenti in cui Dixon ha convinto di più con un ritorno alle origini, grazie a questo remix.

 

Al Magnolia si respira l’aria delle grandi occasioni, la line up ha fatto centro, portando alcuni dei migliori artisti del campo sullo stesso palco, ed il pubblico ha risposto molto bene. Come sempre il circolo, anche al di fuori dello stage principale, dimostra un’organizzazione sapiente e curata, anche grazie agli ampi spazi di cui dispone. Un evento che si inserisce benissimo dentro alla variegata stagione estiva del Magnolia e che di sicuro sarà uno di uno di quelli che verranno annoverati tra i principali di questo 2017.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.