Mercoledì 23 Ottobre 2019
News

Awakenings Festival o Groove Parade Monegros? A voi la scelta

Siamo in pieno inverno ma è già tempo di decidere quale grande festival outdoor, in ambito techno, preferire tra quelli in programma per la prossima estate. Il testa a testa serrato, che ha già trascinato sulle rive del dubbio decine di migliaia di appassionati, è certamente quello che coinvolge Awakenings e la special edition Groove Parade Monegros. La prospera e accogliente Spaarnwoude o il sabbioso deserto di Fraga? Col malcelato intento di aggiungere pepe alla competizione, è stata rivelata in settimana la line-up completa dell’Awakenings, che per il secondo anno di fila si svolgerà in due giorni, il 27 e il 28 Giugno. Tra vecchie conferme e nuove reclute, Awakenings è pronto ad offrire il solito concentrato di musica sopraffina nelle sue otto aree, per metà all’aperto e per metà indoor. Non sarebbero potuti mancare totem della musica elettronica rispondenti ai nomi di Dave Clarke, Jeff Mills, Adam Beyer, Miss Djax, Sven Vath, Richie Hawtin, Len Faki e Nic Fanciulli. Il day two si fregia di un’interessantissima “Electric Deluxe Area” lasciando spazio alle esibizioni di Collabs 3000 (Speedy J e Chris Liebing), Rodhad, Shifted, Subjected, AnD e Karenn (Blawan e Pariah) live. Come buon vino per intenditori, da gustare appieno le performance di Trade (Surgeon e Blawan), Billy Nasty e Tim Wolff, Cari Lekebusch e Joel Mull, e Unsubscribe (Dave Clarke e Mr.Jones).

http://www.awakeningsfestival.nl/line-up/

Il 17 e il 18 Luglio sono le date designate per la prima edizione in due tranche del Monegros Desert Festival, quest’anno affiliato allo storico colosso Groove Parade. Già lo scorso anno circolavano insistenti le voci che annunciavano la fine dell’era Arnau (storica famiglia guidata dall’impresario Juan che da sempre cura gli interessi e la riuscita di uno degli eventi musicali di maggiore portata del nostro continente), e questa special edition del Monegros sembra sancire la definitiva abdicazione, in favore di un non ancora ben identificato gruppo statunitense, della cordata Arnau. Come al solito line-up ancora tutta da scoprire, ma, neanche a dirlo, ci si attende una colossale sfilata di enormi talenti, i migliori in circolazione nel ramo dell’hip hop e nel campo dell’ elettronica. Sopravvivere al Monegros, si sa, è impresa ardua per chiunque, ma risulta un’esperienza intensa, vissuta con condizioni climatiche impervie e ben più ostili dell’accogliente frescura da cui si è avvolti nella rigogliosa valle olandese in cui si tiene l’Awakenings. Beh, non resta che lanciare la monetina e fare testa o croce, o sedersi attentamente ad un tavolo e pianificare gli itinerari con una lista di pro e di contro dell’una o dell’altra esperienza. Dimenticatevi del gelo di Gennaio per un momento, la focosa stagione dei festival è più alle porte di quanto pensiate…

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.