Martedì 29 Settembre 2020
Festival

Il boss di Q-Dance nel riassetto di SFX

 

 

SFX Entertainment è la società proprietaria di molti marchi dei festival più importanti del mondo. Ne abbiamo parlato spesso nei mesi passati a causa della crisi finanziaria che l’azienda sta attraversando, con forti debiti dovuti a squilibri nei conti e in parte alle ingenti somme spese per le numerosi acquisizioni societarie degli anni scorsi. Ora pare che il fondatore di Q-Dance, la società olandese padrona del mercato dei festival e degli eventi hardstyle e di tutti quei generi musicali molto “olandesi”, come hard trance, hardcore e dintorni (detta molto per sommi capi), possa subentrare nel direttivo di SFX. Riporta il quotidiano olandese Die Telegraaf che il boss di Q-Dance, Wouter Tavecchio, potrebbe essere parte del nuovo direttivo della società, in forte ristrutturazione. Sempre Die Telegraaf sostiene che nelle prossime settimana un simile accordo potrebbe essere raggiunto anche con Bas Meijers (ID&T) e Rocco Veenboer di Awakenings Olanda. In tutta questa nuova configurazione, rimane in sospeso il ruolo che andrebbe aricoprire Robert Sillerman, l’imprenditore che ha prima fondato e portato in paradiso SFX (dopo un passato da magnate dell’industria dell’intrattenimento americana con enormi proprietà in radio e TV prima, e nel mondo dei promoter di musica live poi), prima del tracollo dell’ultimo anno e mezzo. Se quanto riporta il giornale olandese risponde al vero, i grandi capi delle società acquisite da SFX andrebbero a comandare in casa del padrone. Ironia della sorte.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.