Sabato 23 Ottobre 2021
Clubbing

Buon compleanno, Ministry of Sound!

La discoteca londinese pronta per un week-end di grandi festeggiamenti e tre party dedicati alla musica che da sempre la caratterizza

Tre party consecutivi per festeggiare un anniversario che nell’effimero mondo del clubbing rappresenta davvero un record di longevità. Venerdì 17 e sabato 18 settembre 2021 il Ministry Of Sound di Londra festeggia il suo 30esimo compleanno con tre eventi dedicati ai generi musicali che negli anni hanno maggiormente caratterizzato la storia del locale britannico. Si inizia venerdì 17 (dalle 22 alle 6 di mattina) con la trance di Paul Van Dyk, Aly & Fila, Judge Jules, Tall Paul e Lottie e si prosegue sabato 18 (da mezzogiorno alle 8 di sera) con la UK garage di DJ Zinc, Todd Edwards b2b Majestic e Matt ‘Jam’ Lamont; sempre sabato 18 (dalle 22 alle 6 di mattina) gran finale con la house di Armand van Helden, Groove Armada, Bellaire, The Menendez Brothers e Justin Berkmann, dj quest’ultimo uno dei soci fondatori del Ministry. Una line up nella quale si alternano nomi evergreen ad altri che in passato hanno contribuito in maniera determinante alle fortune del MoS.

 

Senza timore di scadere in eccessi retorici, il Ministry Of Sound è davvero una pietra miliare nella storia del clubbing mondiale: nato nel 1991 in un ex deposito di bus ed ispirato ai club house newyorkesi, il MoS è diventato con il tempo un vero e proprio brand globale, capace di generare una radio, compilation discografiche, festival, una rivista e persino una serie di sessioni di fitness (queste ultime si svolgono all’interno del locale) e di mixati chillout in collaborazione con la app Calm. Un marchio arrivato ad avere 300mila presenze ogni anno, a proporre in tutto il mondo una media di 500 eventi annuali, ad aprire locali a Singapore, in Egitto, in Australia, senza dimenticare le sue serate ibizenche. A quanti locali, del resto, è capitato di essere inserito nei programmi ufficiali delle gite scolastiche, a fianco delle visite ai musei e ai monumenti? Senza dimenticare che l’attuale Primo Ministro Britannico Boris Johnson si spese contro la chiusura del Ministry quando era primo cittadino della capitale. Nell’olimpo e nella storia dei Superclub il Ministry Of Sound avrà sempre un posto in primissima fila.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.