Martedì 28 Gennaio 2020
News

Carl Cox e i vent’anni di un’impresa da record

King Carl si appresta a celebrare i vent’anni di un’impresa memorabile con un doppio set alle Hawaii

Foto RVR

Potenza di Carl Cox. E dei fusi orari. Vent’anni fa Carl Cox festeggiò due volte il Capodanno che celebrava l’arrivo del nuovo millennio: suonò prima alla Bondi Beach in Australia, spiaggia a sette chilometri da Sydney, per poi salire su un aereo e approdare alle Hawaii, alla spiaggia Kakaako Waterfront. Ottomila chilometri di distanza tra una location e l’altra ma soprattutto venti ore di differenza di fuso orario; un’impresa da vero superman della console, trasmessa in diretta da BBC Radio 1 e seguita da milioni di clubber. Considerando che era il 2000, lo sforzo logistico e tecnologico in campo segnò un’impresa da record, di cui all’epoca si parlò a lungo.

Vent’anni dopo King Carl è pronto a tornare alle Hawaii per un doppio set, sia il 31 dicembre che il 1° gennaio. Prima al club Republik, il giorno dopo per un boat party riservato a 100 persone. L’ennesima conferma che il re dei dj – appena confermatosi al numero uno della nostra Top 100 Alternative – è ben assiso sul suo trono.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.