• MARTEDì 18 GENNAIO 2022
News

Sven Väth presenta il nuovo album ‘Catharsis’

Il primo album da solista del dj tedesco dopo quasi 20 anni. Non solo: è la 50esima uscita sulla mitica Cocoon Recordings

Prodotto insieme a Gregor Tresher, ‘Catharsis’ è il nuovo album Sven Väth in calendario per il 25 febbraio 2022. È una specie di autobiografia musicale che narra la storia di un maestro della techno, ripercorrendo la strada che lo ha portato all’infatuazione per la musica elettronica. Da quando si è innamorato di questa, e del mondo dei dj, nel 1981, Sven Väth si è dedicato alla sua passione come se ogni set e ogni sua pubblicazione fossero gli ultimissimi di una lunga serie.

Tresher invece fa parte da tempo della famiglia Cocoon ed è un artista giustamente venerato come un veterano. Quando i due si sono incontrati in studio, è stata chiara l’intenzione e la connessione istantanea che avrebbero dato vita a un album speciale. “Sono ambiti in cui ci immergiamo per sperimentare il nostro misticismo ed estasi”, dice Sven Väth riferendosi al mondo della produzione musicale. “La dance è una conversazione tra corpo e anima e ci connette spiritualmente l’uno con l’altro”.

 

Sven Väth è stato fortemente coinvolto dalla pandemia, soprattutto a causa delle chiusure forzate dei clun. “Niente ballo, niente paradiso!”, taglia corto il dj. “La mia immaginazione per questo disco è stata alimentata dalle molte esperienze culturali e dagli incontri che ho avuto nella mia carriera. Questi mi hanno dato la forza di trovare una strada giusta per me stesso”. ‘Catharsis’, 50esima uscita sulla mitica Cocoon Recordings, è un album che consta di tredici tracce ed esplora tutte le sfaccettature del suono identitario del suo autore.

Si aprono le danze con un groove di percussioni e con il suono dei sintetizzatori di ‘What I Used To Play’ e si sviluppa attraverso ritmi profondi come in ‘The Worm’, transitando da tracce club come ‘The Inner Voice’ e dal tribalismo della title track. E anche pezzi come il singolo ‘Feiern’, ‘Mystic Voices’ e ‘Being In Love’ lasciano il segno. “Con i nostri pensieri, creiamo il mondo”, filosofeggia il dj mentre si registra il reflusso di singoli come ‘Silvi’s Dream’, scritto appositamente in francese per la sua fidanzata di Sven, e di ‘Panta Rhei’, che chiude il cerchio dell’intera produzione.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.