Martedì 07 Luglio 2020
Esclusiva

Chadia Rodriguez racconta ‘Bella Così’ e ci regala una playlist esclusiva

Il nuovo singolo parla di bodyshaming. Lei si racconta, a testa alta, e ci regala una playlist con la sua musica preferita
Foto: Mattiaguolo
 
Chadia Rodriguez sta spaccando. Con la sua musica, da un bel po’. E sta anche dimostrando di essere un personaggio forte, credibile, e di fatto un’artista che sta ribaltando parecchi cliché nella musica italiana. Non soltanto nel rap-game. 
Con l’attenta produzione e supervisione di due grandi dela storia urban italiana, Big Fish e Jake La Furia, Chadia ha conquistato il suo posto al sole e le chart sulle piattaforme streaming. Non solo: ci sta mettendo la faccia, in un discorso delicato e molto complesso come quello delle discriminazioni. Sessuali e comportamentali. Bullismo, vessazioni e bodyshaming. La sua nuova canzone, ‘Bella Così’, insieme a Federica Carta, tratta proprio questo tema. 
Per celebrare la release, l’abbiamo raggiunta per scambiare due chiacchiere. E Chadia, da vera signora della musica, ci ha anche preparato una playlist in esclusiva.
 
 
Bella così’ è un brano musicalmente più completo rispetto a tante tue uscite, sia a livello di costruzione del pezzo sia – ovviamente – per la presenza di due voci, la tua e quella di Federica Carta. Quanto ti sembra di essere cresciuta, come interprete ma anche a livello di scrittura e in generale di cura dei pezzi, dai tuoi esordi a oggi?
Sicuramente devo ammettere di aver fatto un salto di qualità, poi il fatto di avere due persone come Big Fish e Jake la Furia mi ha aiutato tantissimo perchè ogni volta, a ogni mio progetto sono sempre stati al mio fianco e hanno sempre cercato di farmi capire quali fossero le cose più o meno adatte rispetto al testo e a quello che volevo dire. 
 
Sei diventata un simbolo di femminilità e di femminismo diversi da molti standard: in ‘Fumo Bianco’ ad esempio era straordinario il modo in cui ribaltavi i canoni del rapporto uomo/donna nel rap (e non solo), e in ‘Bella Così’ prendi di petto il tema del bodyshaming. Senti un peso, una responsabilità, nel farti in qualche modo portavoce di determinati problemi?
Io in realtà non vorrei etichettarmi in questo modo, io sono più per la parità dei sessi ma soprattutto per la libertà di espressione di ognuno di noi, sicuramente sento della responsabilità addosso perchè comunque mi seguono molti giovani, sia ragazze che ragazzi e ho sempre il timore di essere fraintesa. È sempre impegnativo dover interagire e interfacciarsi con un mondo che è sempre più social, quindi una vetrina neanche qualcosa di reale. 
 
Ci racconti brevemente la playlist che hai messo insieme per DJ Mag Italia?
Le canzoni che ho scelto per la playlist di Dj Mag sono tutte canzoni che mi hanno segnato e che fanno parte della mia quotidianità, una canzone per ogni umore e per ogni situazione in cui mi trovo. Se sono felice ascolto una canzone o se sono un po’ più triste mi metto ad ascoltare Lana del Rey ad esempio… diciamo che varia in base al mio umore e varia molto anche nei generi, perchè non ascolto un unico genere di musica. 
 
 
 
Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.