Domenica 27 Settembre 2020
Festival

Coachella è cancellato, si pensa al 2021 in versione ridotta (e forse una doppia edizione)

Il festival californiano rimanda tutto al 2021, con - forse - due edizioni

Foto: Frazer Harrison/Getty Images for Coachella

Il 2020 è un anno scombussolato e complicatissimo per la musica dal vivo, i festival hanno quasi tutti rinviato al 2021. Nonostante in alcune aree del mondo la pandemia si sia attenuata – che non significa debellata o sconfitta, ricordiamolo sempre – altrove, ad esempio negli Stati Uniti e in Sudamerica, il virus è ancora molto forte in termini di contagi e di vittime.

In questo scenario, Coachella, uno dei più grandi e importanti appuntamenti su scala globale, ha deciso di cancellare definitivamente l’edizione 2020, prevista inizialmente in aprile, come sempre, e poi slittata a ottobre, viste le condizioni generali. Una previsione che si è rivelata ottimistica, fatti alla mano. Così, come già successo ad altri festival (ricordiamo, ad esempio, Nameless, che aveva tentato di riprogrammare l’evento sul finire dell’estate, ed è stato costretto ad alzare bandiera bianca rinviando all’anno prossimo), Coachella rimanda al 2021. Lo rivela Billboard US in un articolo dove a parlare è Dan Beckerman, chief executive di AEG, società promoter di Coachella.

Bekcerman afferma che la crisi metterà a rischio moltissimi lavoratori di AEG, colosso dell’intrattenimento. E poi parla di Coachella, sostenendo che l’idea è quella di far tornare il festival nella primavera del 2021, anche se in forma ridotta rispetto al solito, quindi con meno spettatori e, immaginiamo, con un numero ridotto di palchi e strutture. E poi, a seconda di come andranno le cose, di poter allestire un’edizione completa nell’autunno del prossimo anno. Una strategia a medio termine che potrebbe risultare vincente. Intanto, in Europa festival come Primavera Sound o I-Days stanno già promuovendo in modo massiccio le edizioni del 2021, tra conferme e novità in line up. Insomma, mentre in USA la cautela è ancora grande, dalle nostre parti si riparte con un certo ottimismo. Sperando di avere ragione.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.