Giovedì 14 Novembre 2019
News

Cube Productions, Intrallazzi e Provera e l’indipendenza al cubo

Voglia di indipendenza, per i dj e produttori italiani Roberto Intrallazzi e Luca Provera, noti ai più come The Cube Guys. La coppia infatti presenta in queste ore Cube Productions, una nuova realtà discografica che ha un preciso obiettivo: dare spazio alla creatività artistica. Il roster dell’etichetta non solo includerà le uscite del noto tandem ma cercherà inediti brani e interessanti talenti. Il duo gestirà la label Cube Recordings e il neonato gruppo editoriale Cube Productions, in collaborazione con Do It Yourself e Baby Angel Music, nonché la parte relativa al management, al booking e agli eventi.
“Dopo anni di duro lavoro e di collaborazioni con le migliori etichette, i più grandi dj e più importanti produttori a livello mondiale, sentivamo la necessità di fare il definitivo salto di qualità e dar vita a qualcosa di completamente nostro”, dicono Intrallazzi e Provera. “Consapevoli dei vari cambiamenti che l’era digitale ha portato nel nostro settore in questi ultimi anni, e non volendoci mettere in alcun modo in competizione con le varie realtà esistenti sia a livello discografico che editoriale, abbiamo deciso di affidare la gestione di questa nostra nuova creatura a una persona di esperienza come Max Moroldo”.

 

 

I due vogliono concentrarsi così solo sulla musica. “A oggi, abbiamo ascoltato i consigli e i suggerimenti di molti, ma, nello stesso tempo, abbiamo avuto anche la forza di continuare con il nostro sound, senza seguire le mode ma cercando di dettarne sempre il ritmo. Come sappiamo fare noi. Questo è ciò che ci contraddistingue”.
Il primo singolo frutto di questa collaborazione è “Burning”, disponibile in digitale dal 18 novembre e firmato The Cube Guys. Una traccia che arriva dopo il successo internazionale di “La Verité”, dopo la recente uscita di “Hey You” su X (la label house oriented della Size) e dopo il remix di “Wasted Love” per Steve Angello.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.