Venerdì 03 Luglio 2020
Costume e Società

Dance To The Drop, il video racconto dei professionisti della musica

Un video racconto realizzato con le immagini di festival e club sparsi in oltre 25 Paesi del mondo, per un crowdfunding a favore delle figure professionali che lavorano nella musica dal vivo

I tempi sono durissimi per chi vive di musica ed eventi dal vivo. Non parliamo soltanto degli artisti, ma di tutte quelle figure professionali che rendono possibile la magia dello spettacolo sul palco, restando però dietro le quinte: organizzatori, tecnici, personale di sicurezza, bar, fotografi, manager, agenti di booking, personale di produzione e tanti altri. E proprio moltissimi tra questi player (più di 150 soggetti da tutto il mondo, tra festival, club, agenzie, artisti, pr, partner tecnici, promoter, influencer e filmmaker) hanno dato vita a una suggestiva iniziativa, che parte proprio dall’Italia e si chiama Dance To The Drop.

 

“Con questo video vogliamo dar voce all’intera filiera, urgono indicazioni chiare su come e quando poter ripartire, nel frattempo ci siamo attivati per supportare la campagna di crowdfunding Spotify COVID-19 Music Relief, che in Italia sostiene il fondo COVID-19 di Music Innovation Hub promosso da FIMI. Lo scopo è quello di aiutare concretamente musicisti e professionisti del settore in questo momento di crisi globale” si legge nel comunicato del video racconto realizzato con le immagini di festival e club sparsi in oltre 25 paesi del mondo. A filmare la maggior parte dei contenuti, tre studi creativi del settore: Elephant Studio (Firenze), AlmaVisual (Montevideo) e Vita Pictura (Tallin).

Dance To The Drop è anche online sul sito dancetothedrop.com , dove sarà possibile partecipare alla campagna inviando un video ad un’apposita casella e-mail includendo il messaggio “We will dance together again” nella propria lingua. I video saranno poi caricati sul profilo Instagram di Dance To The Drop. Naturalmente, sul sito è possibile effettuare donazioni destinate al crowdfuding per aiutare i lavoratori della music adal vivo in difficoltà.
Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.