• MARTEDì 31 GENNAIO 2023
Esclusiva

DANCING QUEEN è stato uno spettacolo: ecco il racconto della serata, e la vincitrice

Tutto quello che è successo durante l'esplosiva serata del talent dedicato alle migliori promesse della consolle

Foto: Irene Starita

Sei concorrenti, sei giovani dj scelte tra moltissime candidate. Venti minuti in consolle per ciascuna di loro, per dimostrare di essere la più brava, la più convincente, la Dancing Queen che DJ MAG Italia e Ostello Bello (con la collaborazione di Denon DJ per il lato tecnico e il dj equipment) stanno cercando.

La serata del talent andata in scena a Milano mercoledì 18 gennaio è stata spettacolare. Per le qualità delle dj che si sono esibite; per la giuria infuocata che ha saputo con competenza e credibilità esprimere i propri giudizi (SCARLETT, Rossella Essence, Margherita Grechi); per la conduzione sobria ma brillante della host (Cristina Lazic). E per un pubblico che è arrivato numeroso, che è rimasto incollato alla pista, che si è fatto coinvolgere facendo il tifo per questa o quella dj. Una serata magica, di quelle che non si dimenticano. Così DANCING QUEEN si è dimostrata l’idea giusta, per lo statement forte che abbiamo voluto dare alla manifestazione, tutta completamente al femminile, e perchè il format ha divertito e convinto.

Foto: Irene Starita

Alla fine, l’ha spuntata Apofenja: dj milanese che si presentava come hip hop e urban ma che durante il suo set ha saputo sconvolgere i generi, con edit, remix, mash up inediti, una qualità eccellente al mixer, e una capacità rara di coinvolgere tutti. Il suo finale da brividi con i classici ‘Shutdown’ di Skepta e poi ‘Night’ di Benga & Coki, in pratica il DNA del grime e del dubstep made in UK.

Ma la verità è che la sfida è stata davvero tosta: Blu ha incantato tutti con un set onirico, un viaggio che ha attraversato diverse temperature senza perdere un fil rouge molto personale; Sole Dosi ha scelto invece il binario preciso di un groove trascinante e instancabile; Aurya ha portato la luminosità di brani più noti ma non per questo il suo set è stato meno origiale e avvincente; 4MINA ha flirtato tra techno e house da abile e navigata ammaliatrice di piste; Debora Savasto è riuscita a far innamorare tutti con uno show in cui la musica era solo una della componenti, da vera show-woman: costumi, microfono, gadget, tanti sono stati i suoi elementi in scena.

Foto: Irene Starita

Apofenja si è aggiudicata un premio importante: una coppia di casse KRK Classic, monitor da studio di eccezionale fattura e dal design cool e all’avanguardia. Per tutte le concorrenti, delle cuffie Denon DJ di ultima generazione.

DANCING QUEEN finisce qui? No. È stata una prima volta, un inizio, ma presto vi daremo novità…

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.