Giovedì 17 Ottobre 2019
News

David Morales contro gli haters di Top DJ

 

 

È interessante lo sfogo che David Morales ha postato una manciata di ore fa sulla propria bacheca Facebook. Giudice nella attuale edizione del talent Top DJ su Italia 1, il dj e produttore statunitense ha qualcosa da dire agli haters che si sono espressi negativamente” sulla sua partecipazione al programma televisivo di cui sopra.

In sintesi, questo il Morales-pensiero: “Faccio il dj da 40 anni. Non sono uno inattendibile. Ho 53 anni. Cosa ne sanno le nuove generazioni di dj su cosa vuol dire avere 13 anni e passare davanti a un negozio che vende giradischi, mixer, etc sognando un giorno di potersi permettere tutto questo? Ho suonato a tutti i tipi di feste, dai matrimoni al party di Don King”, prosegue il dj newyorkese. “Facevo tutto solo per l’amore verso la musica, non per diventare una superstar. Ho vissuto tutta l’evoluzione della musica. Ricordo quando la gente odiava la prima house music e dovevo usare delle versioni acapella sopra le basi strumentali per accontentare tutti, mixando davvero, solo in vinile. Senza sync. Per me oggi esistono solo due generi di musica: quella buona e quella cattiva. La DJ Culture si è evoluta in qualcosa di diverso e noi dobbiamo accettarlo: non riguarda più la passione con cui suoni i dischi ma anche le tracce che produci e quanti like hai sui social media. Mi dispiace ma tutto questo è sbagliato. Tornando a noi, ho deciso di prendere parte a Top DJ perché avevo qualcosa da dire. Potrebbe anche non piacermi la musica, e credetemi perché è così, ma non sono qui per giudicare la musica. Sono qui solo per insegnare alle nuove generazioni come diventare dj produttori migliori. Non è facile stare su un grande palco in tivù, di questo devo dare credito”.

Morales conclude così: “Quindi cari haters, se vi foste data l’opportunità di essere in televisione, credetemi, lo fareste anche voi: accettereste. Il mio ruolo nel programma è quello di trasmettere esperienza. Se riuscirò in questo, allora avrò fatto il mio lavoro. La negatività porta negatività. Non siate hater, perché così sarete solo dei miserabili. Imparate ad amare il prossimo e a essere positivi. Il signore vi benedirà. Amen”.

Qui di seguito il post integrale di David Morales.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.