Domenica 13 Ottobre 2019
News

deadmau5 svela l’impressionante cubo 3.0. Ecco i dettagli

La versione 3 del cubo di deadmau5 apparirà in anteprima mondiale sul live stage a Ultra Music Festival Miami. Ecco i primi dettagli tecnici sulla nuova, avveniristica fatica del dj canadese

Le giornate si allungano, il gelo dell’inverno sta timidamente lasciando il posto alle frizzanti giornate primaverili e un altro appuntamento dell’edizione madre di Ultra Music Festival è all’orizzonte. Miami, dopo un autunno travagliato, è pronta ad ospitare uno dei festival più seguiti al mondo nella sua nuova casa: non più Bayfront Park, nel cuore della città, ma la più appartata – ma notevolmente più vasta – Historic Virginia Key Beach Park & Miami Marine Stadium.

Tra le centinaia di dj che affolleranno i suoi molteplici palchi ce n’è uno che, più di tutti gli altri, catalizza l’attenzione di migliaia di fan e addetti ai lavori: deadmau5, reduce da un periodo di disintossicazione dai social media, è tornato in grande stile per ricordare a tutti che il debutto mondiale della versione 3.0 del suo celebre cubo avverrà proprio durante UMF Miami. Per la precisione, Joel Zimmerman sarà il closing act, la punta di diamante, della seconda giornata di festival nella nuova Live Arena.

 

Per la serie “l’hype non è mai troppo”, deadmau5 ha pubblicato un time lapse in cui vi può ammirare la costruzione del cubo. Grazie a questo spettacolare dietro le quinte siamo riusciti a verificare le sue prime effettive novità. La prima, sostanziale differenza con le versioni precedenti risiede nella posizione del dj: non più sopra la struttura ma al suo interno. Le immagini, infatti, mostrano come dentro il cubo ci sia spazio sufficiente per una consolle e un uomo dotato di mau5head. deadmau5 non sarà però invisibile. Il cubo potrà infatti ruotare sia sull’asse orizzontale che su quello verticale svelando così chi si cela al suo interno attraverso un movimento che si preannuncia davvero spettacolare. I pannelli a led da cui il poligono è ricoperto, quando sono spenti, lasciano inoltre intravedere cosa succede all’interno e, abbinati agli ulteriori pannelli installati dietro il dj, creano un incredibile effetto 3D.

C’è da scommettere che il Topo prima si rintanerà della sua tana, lasciando concentrare il pubblico sull’effetto scenico del cubo “chiuso”, per poi catalizzare l’attenzione su di sé grazie a un trionfale colpo ad effetto mediante il quale si svelerà al mondo. Sempre con la speranza che, anche quest’anno, i suoi divertenti troll trovino spazio nella performance. Vedremo. Manca poco.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Michele Anesi
Amo la musica elettronica, il music marketing e scoprire nuovi talenti. Preferisco la sostanza all'apparenza.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.