Martedì 21 Maggio 2019
Festival

Dimensions Festival: Dopo dieci anni l’avventura finisce

Il festival dà l'addio alla Croazia e saluta con l'ultima edizione. Cambio di location o addio definitivo?

È arrivato quel momento dell’anno in cui l’isteria collettiva per prenotare le ferie raggiunge l’apice, complice anche l’annuncio delle line up dei grandi festival che caratterizzano la stagione estiva. Si supera con fatica il doloroso ‘blue monday’ e ci si risveglia dal letargo invernale iniziano a ricordarsi del sole, del mare e degli open air che presto accoglieranno migliaia di appassionati da tutto il mondo. E così tra Sonar e Dekmantel che iniziano a sfoderare l’artiglieria pesante arriva l’annuncio che lascia confusi, forse non sorpresi. Il Dimensions Festival annuncia la sua ultima edizione, dopo dieci anni di danze sfrenate e ricordi indelebili sulle colline del Forte Punta Christo in Croazia. La produzione inglese negli anni ha ospitato centinaia di dj e live band di primo piano internazionale regalandoci momenti memorabili, ma allo stesso tempo ha dovuto affrontare difficoltà evidenti che forse hanno condotto a questa dolorosa decisione.

 

“Our final year at the Fort”

È la frase con cui si apre il comunicato del festival, sintomo che forse Dimensions sbarcherà altrove. Da diversi anni si ipotizzava la scoperta di altri luoghi meno blasonati della Croazia, nazione che in estate ospita cinque tra le migliori produzioni al mondo, alzando decisamente l’asticella della concorrenza. A ciò si aggiungono problemi oggettivi come l’imprevedibilità dell’esito della Brexit, l’ingovernabile meteo che ha creato negli anni notevoli disagi a fronte di un costo di ticketing comunque elevato, la difficoltà logistica a garantire un’efficiente accomodamento del pubblico con molti stage spesso impraticabili e la formula del beach stage + festival serale che rende impossibile godersi integralmente l’esperienza per cui si è pagato senza essere maratoneti, insonni o amanti del masochismo che bramano di tornare dalle vacanze più stanchi di quando sono partiti. In questo senso, realtà come Dekmantel e Sonar risultano più fruibili, coniugando un adeguato peso artistico ad un’esperienza in cui ci siano delle valvole di sfogo e di relax. Probabilmente sino al termine dell’edizione 2019 non sapremo il destino di un evento che comunque ha segnato l’immaginario di tanti appassionati. Nel frattempo ecco alcuni dei primi nomi che saranno coinvolti:

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.