Giovedì 14 Novembre 2019
News

Spray urticante, Don Diablo interrompe il set a Bologna

L’hype e la popolarità raggiunti da Don Diablo nell’ultimo anno sono materia che si dovrebbe studiare nel marketing musicale. In poco tempo è riuscito a diventare uno dei dj più amati e seguiti al mondo, Italia compresa, dove si esibisce moltissimo riempiendo sempre la pista, e ha fondato una sublabel, la Hexagon, che al momento tira più della sua etichetta principale, la Spinnin’ (ed è tutto dire).Per Halloween il tour di Don Diablo ha fatto tappa a Bergamo, mentre ieri notte, tra l’1 ed il 2 novembre, l’olandese era in scena al Numa Club di Bologna. Entrambe le date hanno registrato una presenza massiccia di pubblico. Succede però che proprio nel capoluogo emiliano, dopo circa un’ora di set, la gente comincia a tossire e a sentirsi male. Il dj chiede cosa stia succedendo, non si riesce più a respirare. Dopo qualche secondo di concitazione è costretto a lasciare le cuffie sul deck e correre in camerino. Chi era in backstage con lui dice di averlo sentito vomitare, per poi recarsi all’ambulanza per sincerarsi delle condizioni di chi si era da poco sentito male.

 

Don Diablo Ambulanza
Don Diablo in ambulanza a Bologna

 

 

La colpa, si scopre, è del terribile e ormai noto spray al peperoncino, becero divertimento di qualche idiota che si diverte a spruzzare la sostanza uritcante nell’aria ai dj set e ai concerti, e purtroppo ormai parte integrante di diverse serate nella nostra penisola così come all’estero. Giusto per fare qualche esempio, sia al WiSH Outdoor Festival 2016 di Firenze che al Nameless Music Festival 2015 a Barzio si è incappati in episodi come questo. In quest’ultimo caso poi, ad intervenire è stato persino Benny Benassi, che si trovava in console in quel momento, facendosi portavoce della rabbia di tutto il pubblico.

Con la positività che lo contraddistingue, Don Diablo si è comunque fermato per incontrare i fan una volta ripreso il controllo della situazione, ringraziando poi tutti sul suo profilo Twitter. Siamo sicuri che nonostante l’incidente non passerà molto tempo prima di rivederlo nel nostro Paese, dove ci sono tantissimi fan ad aspettarlo sempre a braccia aperte. Con meno entusiasmo e affetto, invece, vorremmo vedere in faccia gli imbecilli cordardi che trovano divertente e rovinare feste e salute altrui.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.