Martedì 12 Novembre 2019
News

Una donna entra a cavallo in un club di Miami (che viene chiuso)

Una pericolosissima trovata del Mokai Lounge di Miami, che ha coinvolto una donna e un cavallo, ne comporta la chiusura dei battenti

Prima di fare certe follie, che in tempi passati sono entrati nella storia della club culture, bisognerebbe tenere a mente che quel che poteva passare inosservato nel 1977 – agli occhi della legge, si intende – difficilmente lo farà nel 2018, dove tutto quel che è fuori dagli schemi classici dell’umana routine finisce in pochi minuti in un Instagram Story o su YouTube. Prendiamo quanto accaduto una settimana fa. 
Siamo al Mokai Lounge, nightclub di Miami, e la serata prosegue senza nulla di insolito da dichiarare, fino a quando effettivamente qualcosa di strano accade: una donna in bikini fa ingresso nella pista del club in groppa ad un cavallo bianco. Seguono attimi di panico, con il cavallo che (giustamente) non ne vuole sapere di stare mansueto mentre centinaia di persone lo circondano e la musica incalza. 

Il pensiero vola subito a Bianca Jagger e all’iconica foto di lei su un cavallo bianco nell’altrettanto iconico Studio54, da molti definito il club padre di tutti gli eccessi della posh nightlife dal ’77 al 1986. Era il 2 maggio 1977, la Jagger festeggiava il proprio compleanno in una festa piena di ospiti sensazionalmente VIP e si è fatta immortalare in groppa all’animale. Qualche anno dopo spiegò che in realtà non era lei ad aver fatto ingresso nel club su di esso, ma che vi era salita solo per farsi immortalare, con il cavallo che era già tra le mura dello Studio54 per esigenze estetiche del party,  già pianificato per garantire una delle notti più insane della sua storia. Pietra miliare di un’epoca, per carità, che ha contribuito a rendere ancor più leggendaria l’aura dello Studio54, ma che difficilmente farà altrettanto con il Mokai Lounge di Miami: il club è infatti stato forzato a chiudere, tramite revoca della licenza. Lo ha dichiarato il sindaco della città, che ha ritenuto “non tollerabile, irrispettoso e inumano” lo spettacolo – o meglio il tentativo di esso –  organizzato dai gestori del locale. Il gesto, oltre a sollevare le ire degli animalisti di tutto il mondo, avrebbe potuto avere conseguenze ben più tragiche: un utente Facebook, presente alla serata, ha infatti scritto che “è un miracolo che nessuno si sia fatto male, compreso il cavallo”. 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
25 anni. Romano. Letteralmente cresciuto nel club. Ama inseguire la musica in giro per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del settore. Penna di DJ Mag dal 2013, redattore e social media strategist di m2o dal 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.