Giovedì 21 Novembre 2019
Fashion

Dress like… Yellow Claw (part I)

Sono due (erano tre), arrivano da Amsterdam, uno si chiama Jim Aasgier e l’altro Nizzle, sono Dj ma anche produttori e la loro musica è un irresistibile mix di trap, hip hop, dubstep, hardstyle e moombahton: gli Yellow Claw!

Si è iniziato a parlare di loro nel 2010 grazie a una serata fissa che organizzava uno dei club più famoso di Amserdam, il Jimmy Woo; da lì hanno pubblicato tantissimi singoli di successo (‘Krokobil’, ‘Nooit Meer Slapen’, ‘Thunder’ e ‘Last Night Ever’) i cui video sono stati visualizzati da più di 4 milioni di utenti su YouTube. Così sono arrivati a partecipare a festival come il DirtyDutch, lo Sneakerz, il Latin Village e il Solar.

Nel 2013 hanno firmato con l’etichetta di Diplo, la Mad Decent, e hanno pubblicato finalmente il loro primo EP internazionale ‘Amsterdam Trap Music’ e suonato al Tomorrowland. Verso la fine dell’anno hanno firmato con la Spinnin’ Records che, l’anno successivo, li ha sostenuti nella distribuzione della loro etichetta, la Barong Family, fino al 2015, anno in cui hanno iniziato a camminare da soli.

Nel 2015 gli Yellow Claw hanno debuttato con il loro primo studio album, ‘Blood for Mercy’, che include il primo singolo ‘In My Room’ che può vantare i feat. del produttore americano Dj Mustard e dei repper Ty Dolla Sign e Tyga.

Dicevamo che “erano” tre… già. Il 22 giugno di quest’anno gli Yellow Claw hanno annunciato, attraverso la loro pagina ufficiale di Facebook, che MC Bizzey aveva deciso di lasciare il gruppo. L’EDC Las Vegas 2016 è stato l’ultimo concerto come trio. I due Yellow Claw rimasti non si sono affatto fermati: la fine del 2016 li trova perennemente in giro per festival e club, oltre che con il Barong Family World Tour.

Vi ha entusiasmato il loro nuovo album ‘Blood For Mercy’? Andate a fare shopping sul loro sito, troverete magliette, felpe, cappellini, un sacco di accessori utili alla “vita da festival” e, ovviamente, un fantastico vinile di BFM con tanto di mega poster.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ghya
Nata e cresciuta a Milano. Laureata in communication design con una specializzazione in video design. Da una decina d’anni nel campo dell’editoria; da semplice collaboratrice in una rivista ad art director della stessa, fino alla decisione di camminare da sola e fondare una mia propria rivista, Out Of The Box. Giornalista (iscritta all’albo) e fotografa. La mia passione per la grafica e il design mi portano a un’incessante ricerca stilistica, con numerose influenze esterofile, un desiderio quasi naturale alla scoperta di nuovi input.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.