Sabato 04 Dicembre 2021
News

Mark Ronson, Giorgio Moroder ed Erol Alkan in studio con i Duran Duran

I guru della musica elettronica hanno contribuito alla lavorazione del nuovo album dei Duran Duran

Sono delle vere leggende del pop, pluripremiate e acclamate a livello internazionale e hanno annunciato l’uscita del loro quindicesimo album in studio, ‘Future Past’, fuori in tutto il mondo dal 22 ottobre. I Duran Duran sono tornati e al loro lavoro hanno collaborato produttori di grande calibro come Erol Alkan, Giorgio Moroder, Lykke Li e Mark Ronson, e ospiti come il chitarrista dei Blur Graham Coxon e l’ex pianista di David Bowie Mike Garson.

“Quando siamo entrati in studio per la prima volta, alla fine del 2018, stavo cercando di convincere i ragazzi che tutto ciò che dovevamo fare era scrivere due o tre tracce per un EP”, racconta Simon Le Bon attraverso una nota stampa. “Quattro giorni dopo, con 25 canzoni forti in mano e che meritavano tutte di essere sviluppate, ho capito che il lavoro sarebbe stato più impegnativo”.

 

 

I Duran Duran, dopo circa 40 anni di carriera, continuano a fare tendenza, soprattutto attraverso la collaborazione con 360 Reality Audio, una nuova esperienza musicale che utilizza le tecnologie del suono spaziale di Sony e disponibile sui servizi di streaming supportati Amazon Music HD, TIDAL HiFi e Deezer HiFi.

“Come band, abbiamo sempre cercato di usare le nuove tecnologie per per migliorare il nostro suono. Il sistema porta così l’ascoltatore a una nuova e diversa dimensione della fruizione dei nostri brani”, ha spiegato Nick Rhodes, esperto di sintetizzatori. L’album sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali su Tape Modern/BMG, su cd, cassetta e in vinile colorato.

I Duran Duran hanno curato in modo meticoloso il look dell’intero lavoro collaborando con l’artista giapponese Daisuke Yokota per la copertina dell’album. Rhodes ha incontrato il fotografo per la prima volta nel 2019 quando era in Giappone a realizzare un documentario su degli scatti del dopoguerra.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.