Sabato 24 Ottobre 2020
News

Stato d’emergenza prolungato e coprifuoco in arrivo?

In arrivo il nuovo DPCM, con misure più restrittive rispetto a quelle in vigore per evitare o limitare gli assembramenti

Chiusura alle 23 per bar e ristoranti e mascherine obbligatorie anche all’aperto, con possibile utilizzo dell’esercito nelle strade per evitare assembramenti. Queste le possibili se non probabili novità dal nuovo DPCM, che domani sarà presentato in Parlamento dal Ministro della Salute Roberto Speranza, entrerà in vigore da giovedì 8 ottobre e con tutta probabilità estenderà lo stato d’emergenza sino al 31 gennaio 2021. Tutto questo si desume dalle anticipazioni rivelate in queste ore da tutti i quotidiani e dalle tutte le agenzie di stampa: toccherà poi alle Regioni valutare se ammorbidire o inasprire queste disposizioni, ferma restando la chiusura di tutte le discoteche, come disposto subito dopo Ferragosto.

Una stretta che coinvolgerà inevitabilmente anche le presenze in manifestazioni pubbliche e private: all’aperto il numero massimo consentito sarà 1.000 persone, mentre al chiuso il limite sarà di 200 persone. Le stesse capienze dei locali potrebbero essere rimodulate, e non certo al rialzo. La morale è sempre la stessa: sino a quando gli stadi non torneranno a riempirsi, è irrealistico pensare che ogni evento che comporti assembramenti possa avere luogo. Per le discoteche e i festival indoor – non soltanto per loro – la luce in fondo al tunnel è ancora molto lontana; resta da capire in quanti arriveranno a vederla: a parte la parentesi estiva limitata a poche realtà, gran parte delle discoteche sono chiuse da fine febbraio. Serviranno parecchi ammortizzatori sociali ed aiuti di stato per non far sparire del tutto il settore. E i problemi non riguardano soltanto il nostro: che cosa succederà a fine anno, se Cassa Integrazione COVID e blocco dei licenziamenti non saranno prorogati?

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Dal 1996 segue, racconta e divulga eventi dance e djset in ogni angolo del globo terracqueo: da Hong Kong a San Paolo, da Miami ad Ibiza, per lui non esistono consolle che abbiano segreti. Sempre teso a capire quale sia la magia che rende i deejays ed il clubbing la nuova frontiera del divertimento musicale, si dichiara in missione costante in nome e per conto della dance; dà forfeit soltanto se si materializzano altri notti magiche, quelle della Juventus.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.