Giovedì 29 Ottobre 2020
Costume e Società

Erick Morillo: la ketamina mi stava uccidendo

 

Durante l’International Music Summit di fine maggio Erick Morillo ha parlato per la prima volta apertamente della sua dipendenza da droghe e alcool che lo avevano fatto sprofondare in un abisso.

Morillo ha raccontato a Pete Tong di aver trovato nelle sostanze una consolazione al fatto di non essere considerato più il numero uno dell’industria dance, cosa che per anni effettivamente è stata, essendo di fatto il vero primo deejay house superstar a volare con il jet privato. “Il mio ego non poteva accettare che io non fossi più il numero uno”, ha dichiarato il deejay colombiano. “Non ero nemmeno in grado di urinare. Ogni volta che ci provavo mi bloccavo e il dolore era così acuto che dovevo andare all’ospedale, dove mi sedavano. Una volta dopo essermi risvegliato ho scoperto che mi avevano tagliato un pezzo di braccio a causa di un’infezione provocata dalla ketamina”.

Non solo droga ma anche alcool, un tunnel che lo aveva fatto rimanere da solo, senza amici, a provare da solo a uscirne con ben tre ricoveri in rehab.

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Ale Lippi
Scrivo e parlo di musica elettronica per Dj Mag Italia e Radio m2o. Mi occupo di club culture a 360°, dal costume alla ricerca musicale.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.