Lunedì 23 Settembre 2019
News

Follia al Qube di Roma: respinti all’ingresso, investono i buttafuori

Le immagini sono impressionanti. Sabato notte, al Qube di Roma, si è sfiorata la tragedia

È successo sabato notte. Da quel che risulta dalle testimonianze riportate sui notiziari, tra le 2:30 e le 3 di mattina, quando la serata black del Qube di Roma era a pieno regime. Un video di sorveglianza mostra due ragazzi intenti a discutere con i buttafuori – in evidente stato di agitazione – che pare non ne permettano l’ingresso nel locale. Una scena a cui tutti noi abbiamo assistito migliaia di volte, soprattutto nel cuore della notte. Non si hanno certezze sul perchè i due fossero stati respinti, quel che è certo è che per qualche motivo abbiano deciso di tornare alla macchina e di caricare a tutto gas – contromano – l’ingresso del club. Il video – disponibile qui – mostra che i bersagli della follia fossero proprio quei buttafuori con cui avevano parlato poco prima, e che miracolosamente si sono salvati. Una vera e propria tragedia sfiorata, stando alle immagini che mostrano i due tornare più di una volta contro le transenne del locale. Un membro della sicurezza tenta di sfondare il parabrezza, un altro tira fuori il passeggero dalla macchina per una breve colluttazione, un altro ancora viene investito e trascinato per diversi metri. Se la caveranno tutti (due in codice giallo e un terzo in codice rosso, fuori pericolo di vita) ma in questo momento si è aperta la caccia all’uomo – e con la targa a disposizione potrebbe non essere difficile – dopo che i due sono riusciti a scappare. 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
25 anni. Romano. Letteralmente cresciuto nel club. Ama inseguire la musica in giro per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del settore. Se non lo trovi probabilmente sta aggiornando le playlist di Spotify.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.