Martedì 15 Giugno 2021
News

Madlib e Four Tet svelano un’anteprima del loro prossimo album insieme

Altissima l'attesa per il prossimo album prodotto da Madlib e Four Tet, e intitolato 'Sound Ancestors'. Dopo le prime due anticipazioni ecco 'Dirtknock', terza ed ultima traccia prima dell'uscita di questo lavoro in studio

Pochi giorni fa i due brani ‘Road of The Lonely Ones‘ e ‘Hopprock‘ sono stati resi disponibili come anticipazione dell’imminente lavoro congiunto (per usare un termine molto di moda, nostro malgrado) di Madlib e Four Tet. L’album dei due pesi massimi si intitolerà ‘Sound Ancestors‘ e segna la collaborazione del beatmaker statunitense che ha richiesto al producer londinese di focalizzarsi sugli arrangiamenti e sul mastering di tutto il lavoro. Se nella prima traccia ritroviamo un Madlib ‘golden age’, sempre efficace nel suo, è in ‘Hopprock’ che si sente una più incisiva presenza di Four Tet e del suo stile. Lecito attendersi dunque un viaggio variegato che ci condurrà nei meandri del sampling chirurgico di Madlib e nelle suggestioni eteree di Four Tet.

 

Sound Ancestors‘ uscirà ufficialmente il 29 gennaio su Madlib Invazion e nel frattempo l’ultima delle tre anteprime è stata finalmente svelata. Si tratta di ‘Dirtknock‘, brano in cui ritroviamo una versione del beatmaker californiano decisamente old school. Un tuffo in quella seconda metà degli anni ’90 dove Madlib stava iniziando a costruirsi grande credito, diventando presto un producer visionario e un riferimento per tutti coloro che cercavano un suono diverso da quello del mercato mainstream dominato da Puff Daddy e dalla Bad Boy Records. Incastri stilistici e cronologici che non ci hanno permesso di mettere a fuoco perfettamente cosa dobbiamo attenderci da questo album.



Eppure, tre preview apparentemente così distanti tra loro possono trovare organicità in un album? Si tratta di una missione non semplice ma che alle spalle ha un lavoro molto consistente, in cui per due anni Madlib e Four Tet si sono confrontati quasi ininterrottamente, lavorando su oltre 100 demo, stando alle loro più recenti dichiarazioni. Per portarlo a compimento è stato necessario attingere all’immensa collezione discografica del quartier generale di Madlib Invazion. Le aspettative restano dunque alte nell’attesa di capire se si tratterà di una collaborazione riuscita o di un’occasione persa, scenario che, viste le premesse, ci stupirebbe e non poco.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.