Martedì 10 Dicembre 2019
News

No Historical Backspin, contro la violenza

Contro il razzismo e la xenofobia torna No Historical Backspin. I movimenti conservatori ed estremisti, sotto osservazione da parte del progetto ideato da Monika Kruse, sono al centro di una questione che verrà affrontata durante una festa di beneficenza presso il Berghain di Berlino giovedì 12 marzo. Con i proventi devoluti ad Amadeu Antonio Stiftung e alla sua Opferfonds CURA, la festa è un occasione per offrire un supporto alla vittime della violenza proveniente dalla destra estremista. Per l’edizione di quest’anno di No Historical Backspin diversi dj suoneranno sia da solisti che in back-to-back per una nottata all’insegna della musica elettronica, della techno e della house music.

“Nessuno dovrebbe essere discriminato, ostacolato o aggredito a causa della propria razza, del proprio orientamento sessuale o del proprio credo”, spiega Monika Kruse. “Siamo tutti
contro ogni forma di discriminazione e settant’anni dopo la tirannia nazionalsocialista in Germania vorremmo celebrare la diversità della società attraverso la musica, la gioia e la solidarietà”. Per l’evento in consolle ci saranno la stessa Kruse, poi Adam Port, Anja Schneider, Tobi Neumann, Ellen Allien e tantissimi altri.
Info su http://www.nobackspin.de

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.