Venerdì 15 Novembre 2019
News

I Pink Is Punk al Giffoni Film Festival

Il Giffoni Film Festival è un classico appuntamento dell’estate italiana. Il paese campano si trasforma da più di quarant’anni in un campus-laboratorio-festival legato al cinema, e all’idea del cinema dal punto di vista dei ragazzi (che è un’idea molto differente, più matura e innovativa, del cinema “per ragazzi”). Da sempre un’eccellenza italiana, che porta grandi star internazionali a voler presenziare, e ragazzi da tutto il mondo a partecipare e a confrontarsi su un’arte così popolare e al tempo stesso in continua evoluzione e ricerca. Quest’anno, il GFF ha aperto alla musica dance e al rap, grazie alla direzione artistica di Don Joe dei Club Dogo relativamente alla parte musicale della manifestazione.
Incuriosito, ho raggiunto Andrea dei Pink Is Punk – tra gli artisti che si sono esibiti al Giffoni – per fargli qualche domanda sulla loro esperienza.

10409405_10153048029961982_5635030011520795599_n

Come siete capitati al Giffoni Film Festival?
La direzione artistica dei concerti del Giffoni Film Festival è stata affidata a Don Joe dei Dogo, che ha voluto scommettere nel rendere più contemporanea la sezione degli eventi. Devo dire che la scommessa è stata vinta! L’emozione che abbiamo provato e la risposta del pubblico è stata incredibile. Inoltre Nico ha partecipato con un cameo al cortometraggio presentato fuori concorso durante l’ultima giornata da La Pina e Emiliano Pepe: “Il pianeta dei calzini spaiati” quindi avevamo più di un motivo per essere presenti.

Mi pare che quest’anno il GFF abbia virato in modo netto su certi linguaggi contemporanei: Guè Pequeno, voi, Ralf. Ho sempre visto GFF come un bellissimo laboratorio di cinema per i giovanissimi, e ora questa svolta me lo fa apprezzare ancora di più. Che ne pensate? Che opinione e conoscenza avevate del Giffoni prima di andarci a suonare?
L’entusiasmo di Joe è stato trascinante. Dobbiamo essere sinceri: noi non conoscevamo approfonditamente il Giffoni Film Festival e all’inizio non capivamo dove si volesse puntare. Una volta arrivati ci siano trovati davanti a qualcosa di incredibile e abbiamo capito che l’obiettivo era quello di diffondere cultura anche attraverso il mondo eterogeneo della musica: ci sono stati i concerti dei Negramaro e di Rocco Hunt, Gemitaiz e Mad Man, Emis Killa e molti altri, portando più di 40.000 persone nel piccolo paesino campano. Guè era presente in una veste inusuale, in quanto doppiatore del terzo capitolo di un film hollywoodiano come “Step Up”. Il GFF 2014 ha puntato molto sul rap con artisti veramente potenti della scena italiana e ha voluto chiudere con un mega dj set. Quando abbiamo saputo che oltre a Giulia From Above c’era anche lo zio Ralf, potevamo forse rifiutare? la serata è stata un delirio! Guardatevi i video su Facebook e YouTube. Indimenticabile il back to back finale con Ralf, a dimostrazione che non importa se la chiami EDM, house, techno, elettronica. Quando si ama la musica, l’entusiasmo diventa contagioso e la gente impazzisce.

10303449_10204552198904343_3449013500838550066_n

Che impressione avete avuto del Festival?
Siamo rimasti colpiti da come tutto funzioni perfettamente grazie ad una regia invisibile che cura tutti i dettagli. Ospiti eccezionali da tutto il mondo (fra i tanti Richard Gere e Ferzan Ozpetek), meet & greet con i fan, photo call, video interviste, blue carpet e tutto organizzato con una tempistica svizzera. Ragazzi, Giffoni Valle Piana è un paesino di 12mila anime, la famiglia Gubitosi quarantaquattro anni fa ha inventato questo festival dal nulla e l’ha portato a livello internazionale grazie al loro amore per il cinema. Tutto questo ha dell’incredibile. Non esageriamo se vi diciamo che sembrava di essere a Cannes, e ora che hanno portato il clubbing su un grosso palco, chissà che non possa diventare presto un piccolo Coachella.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.