• LUNEDì 22 LUGLIO 2024
News

IMS Business Report, il settore è in crescita

Il comparto registra, secondo un sondaggio reso noto nei giorni scorsi a Ibiza, un aumento del 17% nel 2023, raggiungendo un valore di 11,8 miliardi di dollari

L’industria della musica dance è saldamente nella sua fase di crescita (post-pandemica), con una risalita del reddito del 17% nel 2023 e una valutazione complessiva dell’industria che raggiunge gli 11,8 miliardi di dollari. Le etichette indipendenti hanno aumentato la loro quota di mercato per il quarto trimestre consecutivo, raggiungendo il 31%. Lo studio annuale sull’industria della musica elettronica di Mark Mulligan e MIDiA Research per IMS Ibiza 2024.

Mark Mulligan (MD & Analyst, MIDiA ReResearch) ha annunciato tutti i dettagli del rapporto annuale IMS Business Report 2024 (scaricabile QUI). Presentato al summit IMS Ibiza, il nuovo rapporto si basa sul successo delle edizioni precedenti per presentare la visione definitiva dell’industria e della musica dance di oggi.

Ora alla sua decima edizione, il rapporto è redatto da Mark Mulligan di MIDiA Research per il secondo anno consecutivo. MIDiA Research è un fornitore leader di ricerche, analisi e dati per il business dell’intrattenimento digitale, con un team di analisti e consulenti focalizzati su tutto ciò che riguarda l’incontro tra tecnologia e intrattenimento.

Immagine fornita da IMS press office

“Il 2022 è stato un anno insolito, in quanto ha riflettuto l’effetto rimbalzo post-pandemico per il settore live. C’era il rischio che il 2023 potesse non essere all’altezza di quelle aspettative gonfiate, invece l’industria della musica elettronica è cresciuta nuovamente in modo importante, con un rialzo impressionante in quasi tutte le sue parti costituenti. Inoltre, la cultura della musica elettronica ha aumentato le sue basi di fan più velocemente di altri generi leader, in parte grazie alla rapida ascesa della musica e dei fan africani, illustrando l’espansione dell’impronta culturale della musica elettronica e delle sue vivaci scene globali”, dice Mark Mulligan (MD & Analyst, MIDiA Research) attraverso un comunicato stampa.

Immagine fornita da IMS press office

Il rapporto di quest’anno presenta una serie di dati esclusivi di MIDiA, inclusi un sondaggio con l’Association For Electronic Music (AFEM) che mira a essere il resoconto definitivo delle tendenze commerciali e culturali della musica elettronica che copre ogni aspetto dell’industria.

L’AFEM è un’associazione commerciale globale indipendente, senza scopo di lucro e democraticamente gestita, creata per connettere e rappresentare gli interessi comuni delle aziende e delle persone il cui business è la musica elettronica e conta oltre 270 organizzazioni membro in 29 paesi.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.