• MERCOLEDì 07 DICEMBRE 2022
News, Storie

‘Indiegini d’Italia’: una nuova ondata di artisti indipendenti della musica elettronica

Dopo la prima uscita di marzo, ecco il nuovo articolo e la nuova playlist per scoprire il meglio dell’elettronica indipendente del Bel Paese

Abbiamo riscontrato con grande piacere l’apprezzamento ed il seguito che l’articolo e la prima playlist di marzo dedicata agli “indiegeni” hanno ricevuto, cosi come l’alto interesse e un elevato numero di contatti registrati dopo la sua uscita. L’idea era quella di dare spazio e vetrina a quegli artisti di musica elettronici che da un lato flirtano con la musica più tradizionale (da cui il prefisso indie) e dall’altro si pongono in modo laterale rispetto alla proposta mainstream (e pure qui il prefisso indie rivela il suo perché). Quindi con piacere pubblichiamo una seconda release, inserendo altri nomi del panorama nostrano che hanno pubblicato brani di alto interesse che meritano di essere citati e resi fruibili da più persone possibili.

 

Partiamo da Corgiat, l’artista piemontese già vincitore del precedente JÄGERMUSIC LAB  nel 2019 (a breve partirà la nuova edizione) e la sua ‘Rito di passaggio’.
Il brano scelto fa parte dell’EP ‘Art Makes God’, uscito a fine 2019, e parte con la migliore base techno per poi ascendere in territori melodici di straordinaria fattura.

Corgiat – ph. Silvia Armi

 

Sempre sul territorio piemontese segnaliamo Daniele Sciolla, cuneese di formazione classica jazzistica ad elevato tasso di conoscenza tecnica e di attitudine sperimentale.
Suo l’EP ‘Spin of Synth’, un agglomerato glitch estremamente interessante.

Daniele Sciolla

 

Chi della sperimentazione ha fatto il suo credo è sicuramente la marchigiana Elle Hey. Da non perdere i suoi video live e le produzioni che uniscono il vocale a virtuosismi elettronici.
La traccia ‘Anew’ ne rappresenta in modo inequivocabile lo spirito temerario.

 

Restando in ambito femminile è un piacere ascoltare Margherita Carducci, meglio conosciuta come Ditonellapiaga.
L’artista romana è balzata agli onori con la pubblicazione del primo EP ‘Morsi’ a fine aprile, ed è appena uscito un notevole remix dei brani che lo compongono curato da nomi di prestigio quali BawrutWhitemary, Fabio Fabio aka Foresta esponente del collettivo Ivreatronic,  Lorenzo BITW,  ed infine Populous.
È di quest’ultimo,  dj e producer salentino maestro nel trovare il perfetto equilibrio fra atmosfere ambient e world, il remix scelto per la playlist.

Ditonellapiaga – RMX Morsi

 

Di Mattia Trani e del suo recente album ‘Scenery’ abbiamo già presentato un’intervista a giugno. Il talentuoso producer romano non poteva mancare in questa playlist con ‘One more step’ dove (ri)troviamo lo spirito più puro della techno nostrana.

Mattia Trani, ph. Roberto Graziano Moro

 

Da Roma alla Romagna il passo è breve, ma di tutt’altra pasta…Bruno Belissimo ed il suo album ‘Maison Belissimo’ li conosciamo bene, ma vale la pena soffermarsi sulla folle  e contagiosa collaborazione con i Funk Rimini per ‘Disco Eccezionale’ ed il suo irresistibile elettrofunk.
In playlist la versione edit, ma fate un pensiero sull’ascolto anche delle numerose versioni alternative che vedono la partecipazione di Marvin & Guy, Daniele Baldelli & Marco Dionigi, Waxlife e Capofortuna.

 

Un applauso anche all’etichetta Last Floor Studio e alla sua sempre attenta dedizione all’indietronica.
Da segnalare in questo caso le uscite nell’anno in corso dei già precedentemente citati Bento., che con ‘Forget your life’ rinnovano il loro stile poliedrico che unisce numerosi generi e contaminazioni differenti in un’unica traccia e di Bress Underground con il suo singolo ‘I’m not’ che dimostra una volta di più una sapiente maestria nell’utilizzo del synth.

Bress Underground

Nel colorito panorama elettronico d’Italia non dobbiamo dimenticare chi riesce a lavorare in modo trasversale, contaminandosi di suoni di stampo etnico portando un arricchimento alla propria musica.
Su questo fronte colpiscono forte nel segno Simone Nati, in arte Zenabù e la sua musica elettronica di stampo sciamanico, figlia di un recente passato da puro percussionista con l’amore per le nuove sonorità. Difficile scegliere un pezzo adatto, ma ‘El Mundo Gira’ è sicuramente tra i più rappresentativi.

 

Sul percorso che arricchisce l’elettronica troviamo anche Atlas Palace (al secolo Cosimo Cirillo).
Non può passare inosservata la suite ‘Terraforming’ , nata nel 2019 che crea un solido ponte tra futuro e passato elettronico con un incipit etnico e un finale cyberpunk. Auguriamoci di ascoltare altri lavori come questo al più presto.

Atlas Palace

 

Sul fronte elettronico di stampo downtempo, segnaliamo il prestigioso progetto dei Deleted Soul (foto di copertina di Tommaso Scala).
Collettivo da nomi di grande spolvero (Tuzzy e Pierpaolo Porcari, Mario Tucci autore dei testi, Maya Williams alla voce, Marco Zampoli (voce e chitarra dei Flame Parade), Donald Renda e Riccardo Onori, storica chitarra di Jovanotti e Andrea Torresani, giovane bassista di Vasco Rossi) hanno dato alla luce a tracce ipnotiche e introspettive con due importanti uscite del 2021 quali ‘Welcome into the Forest’ e ‘Oblivion’.

Ultimo, ma non per importanza, ricordiamo l’uscita di Alessandro Baris e della sua opera ‘Sintesi’.
L’instancabile compositore elettronico di stanza a Bologna ha prodotto davvero tanto negli ultimi tempi, e la traccia ‘Last letter to Jayne’, che vede la voce di Lee Ranaldo (storico componente dei Sonic Youth), ha riscosso ampi consensi di critica grazie alla creazione di quel fil rouge che ha saputo legare la musica ambient al mondo della musica indie americana.

Alessandro Baris ph. Mauro Boni

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Matteo Cava
Imolese doc, appassionato di scrittura e di suono in tutte le sue forme. Esploratore di musica elettronica dagli anni '90 ad oggi. Ama scovare tracce nascoste.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.