• LUNEDì 05 DICEMBRE 2022
Interviste

Topic ha capito come si fanno le hit

Può un dj tedesco spingere il mondo della pop trance verso la dance più radiofonica e il mainstream? Senza dubbio sì. Ne è una conferma il singolo ‘In Your Arms (for an Angel)’

Nato in Germania, di origini croate, Tobias Topic è uno in grado di far danzare il mondo. Lo ha fatto con la sua ‘Breaking Me’. Lo farà in futuro con tracce inedite che, come dice spesso Pete Tong, stanno creando sempre più buzz nell’airplay e non solo. Nato a Solingen nel 1992, l’artista teutonico è prima produttore e sperimentatore in studio smanettando sul suo Logic e poi è subito salito in consolle per diffondere il proprio personale sound.

Una carriera discografica e live ora lo accompagna durante la sua ascesa. Il debutto legato al 2014, ‘Light It Up’, ha lasciato poi il posto tre anni fa per la hit ‘Breaking Me’ con A7S, per arrivare al follow-up ‘Your Love (9PM)’ con ATB e A7S, e infine alla recente ‘In Your Arms (for an Angel)’ con Robin Schulz, Nico Santos e le reminiscenze di un Paul van Dyk che ha prestato il suo glorioso e solenne riff dell’omonimo successo trance.

 

Pop, slap house, neo dance da puristi, per te, spesso ispirata de mondi germanici e progressivi. Come arriva questa idea?
L’idea iniziale per ‘9pm’, che risale all’anno scorso, venne dallo stesso ATB. Inizialmente, non mi piacque molto l’idea di campionare qualcosa o di usare una traccia finita, perché ero intenzionato a fare cose il più possibile originali. Ma mi è andata bene: ‘9pm’ mi ha ricordato molti brani della mia infanzia, con cui sono cresciuto. E molti grandi brani degli anni ’90 avevano grandi melodie. A un certo punto, mentre stavamo lavorando su ‘In Your Arms’, ho pensato a ‘For An Angel’ di Paul van Dyk e ho capito che anche questo incastro sarebbe stato perfetto. Ho inserito il riff che si è adattato perfettamente e da qui è nato tutto.

Seguirai quindi sempre questo percorso facendoti influenzare da brani anni Novanta di spessore?
Probabilmente no, non penso che andrò avanti su questa strada, è stato solo un caso. Tuttavia, mi piace sicuramente l’atmosfera che certa musica del passato rilascia tra vibrazioni e armonie alle mie composizioni. Alcune linee melodiche e certi suoni di un trentennio fa sono sempre così sognanti, particolari e malinconiche che fa effetto riviverle in produzioni contemporanee. Non è escluso quindi che io possa reintegrare sample e loop in qualcosa di mio e di nuovo.

Topic in una foto di Jonas Klimaschewski

 

Sei quindi un ricercatore sonoro che parte dal passato con l’intento di proiettarsi nel domani?
Certamente sono sempre alla ricerca di nuove direzioni, nella mia musica. Probabilmente non rimarrò lo stesso nei prossimi 20 anni: farò ricerche e approfondimenti con il solo obiettivo di riservare della bella musica ai miei fan. Cambierò col tempo e sempre un po’ di più, in modo moderato. Certo che nonostante questa crescita e certi passaggi, resterà immutato il mio stile.

Guardando la discografia si può pensare che tu abbia talmente materiale da poter fare un album.
Ho così tante canzoni nel mio laptop e ho anche così tante diverse idee che, sì, posso pensare oggi a un vero e proprio album più che una raccolta di successi degli ultimi anni. C’è un lato di me che nessuno conosce ancora ed è legato al mio essere prolifico e sperimentale. In realtà è un lato più oscuro, che mostro raramente. Quindi sì, preparatevi per un mio album.

Intanto i live sono ripartiti in tutto il mondo. Che effetto ti fa tornare a pieno regime in consolle?
Sono strafelice. Sembra che il mondo si stia riaprendo, rinascendo. Oramai, sì. possiamo finalmente tornare agli spettacoli dal vivo e ai festival; possiamo vedere davvero le persone ballare e festeggiare al ritmo della dance. Sono molto entusiasta di tornare ad avvertire l’energia del pubblico e ricambiare con la mia musica.

 

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.