Domenica 20 Ottobre 2019
News

La follia di Jackmaster e le scuse su Facebook

In uno status sulla sua pagina Facebook, il dj scozzese racconta il suo comportamento indegno e si scusa con l'organizzazione di un festival inglese

Jackmaster è senza dubbio uno dei nostri dj preferiti e lo è anche per il suo atteggiamento da bad boy, per quei suoi modi molto schietti che traspaiono spesso sia di persona sia sui suoi canali social. È un artista dalla grande personalità, sicuramente. Però pare che questa volta abbia davvero esagerato. In un lungo status sulla sua pagina Facebook si scusa per ciò che è accaduto al Al Love Saves The Day Festival (evento dove ha suonato lo scorso maggio), affermando di aver trattato lo staff e diverse persone che lavorano al festival in maniera irrispettosa e indegna, e che sotto l’effetto di sostanze si sia comportato in modo davvero inappropriato. Dice poi che proprio le sostanze sono un problema e che da diverse settimane si sta adoperando per cambiare atteggiamento e stile di vita. Una presa di coscienza e delle scuse pubbliche (dopo quelle in forma privata) che gli rendono sicuramente onore.

Ma c’è di più. In molti dei commenti allo status, spunta il racconto di Jackmaster che “l’avrebbe fatta” in un bollitore. Qualcosa di più di una semplice goliardata. Tra i tanti commenti anche quello di Peggy Gou, che sembra rimettere in equilibrio i commenti divertiti. Gou afferma che siamo essere umani e tutti possiamo sbagliare, e ammettere i propri errori e lavorare su noi stessi al cambiamento è sicuramente qualcosa che ci rende migliori. Saggezza orientale.

In ogni caso, stavolta Jackmaster l’ha fatta grossa. Ma un plauso va alla sua umiltà nel chiedere scusa. Ecco il post.

(©) RIPRODUZIONE RISERVATA
13.08.2018

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Albi Scotti
Giornalista di DJ Mag Italia e responsabile dei contenuti web della rivista. DJ. Speaker e autore radiofonico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.