Sabato 10 Aprile 2021
News

Dash Berlin: Jeffrey Sutorius perde definitivamente l’uso del marchio

Il marchio Dash Berlin passa di proprietà a Eelke Kalberg e Sebastiaan Molijn dallo scorso 17 marzo. Sconfitto a carte bollate Jeffrey Sutorius: dopo 13 anni finisce un’era

È una storia che abbiamo seguito per parecchio tempo, dal 2018 per la precisione, quella della controversia legale tra Jeffrey Sutorius e il resto del collettivo dei Dash Berlin. Tra processi, azioni legali, appelli, cassazioni, ricorsi e presunte sentenze siamo arrivati all’epilogo: Eelke Kalberg e Sebastiaan Molijn, che curano alcuni aspetti del management del gruppo di lavoro insieme alla Vanderkleij Agency, hanno vinto la causa e si portano a casa uno dei marchi più noti nel mondo dei festival.

Non c’è mai stata possibilità che le parti potessero arrivare a un accordo, lontane dalle aule di tribunale, e l’atto finale porta Sutorius a utilizzare il suo nome e cognome registrati all’anagrafe (un po’ un trend, ultimamente) quando sarà impegnato sui palcoscenici del mondo e nella discografia, insomma in tutte le attività legate al mondo dell’intrattenimento. Sutorius ha affidato per l’ultima volta ai suoi social network ufficiali (quelli usati come Dash Berlin) l’atto finale di questa infausta e penosa vicenda. Riportiamo qui sotto l’immagine condivisa su varie piattaforme e una sintesi del testo.

 

Messaggio personale di Jeffrey
Cari amici, vi scrivo questo messaggio personale perché ho vissuto alcune delle esperienze più belle, insieme a voi. Come forse saprete, negli ultimi anni ho avuto problemi legali con i miei ex partner per l’iniziativa Dash Berlin. Sfortunatamente, il marchio passa di proprietà a loro e dallo scorso 17 marzo non posso più usare questo nome, come ho fatto negli ultimi 13 anni. So che questo sembra strano, e a me ingiusto, ma è qualcosa che devo accettare e affrontare. Pertanto, da oggi mi esibirò e produrrò con il mio vero nome, Jeffrey Sutorius. Non vedo l’ora che il mondo intero riparta, dopo la pandemia. Vi invito a continuare a seguirmi sui miei canali Jeffrey Sutorius come da link sottostanti. Auguro il meglio ai miei ex partner e ringrazio tutti voi per la vostra continua lealtà, l’amore e tutto il supporto nel corso degli anni.
Con affetto, Jeffrey Sutorius

 

Il sito Dash Berlin nel contempo rimuove le immagini di Jeffrey Sutorius e si rifà il look

 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Riccardo Sada
Distratto o forse ammaliato dalla sua primogenita, attratto da tutto ciò che è trance e nu disco, electro e progressive house, lo trovate spesso in qualche studio di registrazione, a volte in qualche rave, raramente nei localoni o a qualche party sulle spiagge di Tel Aviv.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.