Mercoledì 08 Dicembre 2021
News

Hackney e il Keith Flint Memorial

Nella giornata mondiale sulla prevenzione al suicidio è stato svelato il Keith Flint Memorial. Un'opera per omaggiare il frontman dei Prodigy venuto a mancare tragicamente poco più due anni fa

Hackney, borgo londinese a nord est della città, è da qualche settimana più ricco, grazie ad un’impressionante opera artistica dedicata a Keith Flint, frontman dei Prodigy venuto a mancare nel marzo del 2019. Un progetto che ruota attorno al tema della sensibilizzazione e della prevenzione dei suicidi e che è stato svelato poco più di un mese fa. L’opera realizzata dallo street artist Akse, e dalla partnership con il festival Headstock, è un murales che ritrae il “firestarter” in una delle sue espressioni iconiche, la stessa che lo ha reso celebre in molti dei videoclip del gruppo britannico.

Headstock, oltre ad essere un festival musicale molto noto in Europa, è anche un importante network di addetti ai lavori che promuovono costantemente i temi che ruotano attorno alla salute mentale. È stato il suo stesso entourage a promuovere la campagna di fundraising per realizzare il murales dedicato a Flint, raccogliendo in poche ore oltre 10.000 sterline per finanziare il lavoro di Akse. Atheer Al Salim, fondatore del festival, si è detto soddisfatto del risultato e fiero di aver onorato Flint. Inoltre per l’occasione ha promosso anche Shout 85258, linea telefonica sempre attiva per rispondere a tutte quelle persone che si sentono in estrema difficoltà e hanno bisogno di aiuto per uscire da situazioni potenzialmente disperate e molto pericolose.

 

Un commento è arrivato anche da Liam Howlett, membro dei Prodigy e compagno d’avventure di Flint per moltissimi anni sul palco e nella vita. “Rispetto per tutte quelle persone che si sono unite per realizzare questo progetto, per una causa che sentiamo molto vicina. Akse ha reso Keith molto orgoglioso con il suo lavoro”, questa la sua dichiarazione. L’opera resterà visibile a tutti i fan della band presso l’Hackney Co-operative Complex, a circa un centinaio di metri dal Four Aces Club, luogo in cui nel 1991 si è tenuto il primo concerto dei Prodigy.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.