Mercoledì 19 Dicembre 2018
Costume e Società

La rivoluzione del CD in un servizio televisivo del 1982

Un programma televisivo del 1982 che spiega con entusiasmo le innovazioni dell'avvento del CD oggi può far sorridere, considerando dove è arrivata la tecnologia nei decenni successivi

‘Vi presentiamo l’incredibile compact disc’ è il nome di una puntata datata 1982 di Towards 2000format televisivo di trenta minuti trasmesso dalla ABC a partire dal 1981. Qualche giorno fa sono rinvenuto su Youtube in un estratto di circa otto minuti di quella puntata, ed è difficile non sorridere davanti a quelle che sono le “rivoluzionarie innovazioni” descritte del servizio televisivo. Oggi sarebbero la base elementare dell’innovazione, ma per il contesto del tempo è veramente incredibile quanto il CD abbia cambiato le regole del gioco nell’industria musicale e nella vita quotidiana di chiunque; non a caso il mercato del compact disc è rimasto in cima alla scala degli introiti dell’industria globale per tantissimi anni. Oggi il settore è in netto calo: l’annuale report della Recording Industry Association of America (RIAA) riporta infatti un collasso delle vendite del CD – rispetto al 2017 – di oltre il 41%, contrapposto al dominio assoluto dello streaming, che sale ad oltre il 75%. La tecnologia è arrivata ben oltre, e presto il CD sarà solo un ricordo. 

In questo display dello stereo è possibile leggere quale brano si sta riproducendo nel CD!” afferma elettrizzato il conduttore del programma intorno al minuto 6:00, che aggiunge: “lo stereo può essere scosso in ogni modo e non interromperà mai la riproduzione del brano! Una rivoluzione clamorosa, pensate soltanto al mercato delle auto-radio!”. Come dargli torto? I CD erano infinitamente più piccoli, comodi, funzionali ed economici dei formati in vinile, e la resa sonora decisamente maggiore, soprattutto per la pulizia della registrazione, universale in tutte le sue distribuzioni. Nel 1982 il compact disc viene lanciato sul mercato e uno stereo per la riproduzione costa tra i 900 e 1800 dollari. Un pò di curiosità: il primo disco ad essere distribuito in formato CD è stata ‘La Sinfonia delle Alpi’ di Richard Strauss diretta da Herbert von Karajan, mentre il primo CD a superare il milione di copie vendute è stato ‘Brothers in Arms’ dei Dire Straits, nel 1985. Il primo ad aver convertito l’intera discografia nel nuovo formato? David Bowie, ovviamente. 

Articolo PrecedenteArticolo Successivo
Un ventiquattrenne romano letteralmente cresciuto nel club, ama inseguire la musica in giro per l'Europa ed avere a che fare con le menti più curiose del settore. Se non lo trovi probabilmente sta aggiornando la playlist di Spotify.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.