Venerdì 21 Febbraio 2020
News

Legowelt e Kubrick per una nuova odissea nello spazio

Uno dei capolavori del cinema targato Kubrick sarà sonorizzato dal synth master olandese Legowelt. Un'esperienza audiovisiva che sta suscitando molto interesse e che vedrà la sua premiere al Grauzone Festival 2020

Le sonorizzazioni di grandi opere cinematografiche sono divenute nel corso degli anni terreno fertile per molti produttori di musica elettronica. Progetti ambiziosi legati a pellicole di spessore, capaci di segnare l’immaginario collettivo. Grandi classici tra cui compaiono nomi altisonanti come ‘Il Cielo Sopra Berlino’, ‘Metropolis’, ‘Fata Morgana’ e ‘Nosferatu’ di Herzog. Inevitabile che in questa lista comparisse prima o poi uno dei nomi più iconici di questo mondo, quello del visionario Stanley Kubrick. Nonostante siano trascorsi oltre 20 anni dalla scomparsa di uno dei più grandi registi della storia, il suo contributo e le sue opere hanno lasciato un segno indelebile, oltre ad una serie di domande e riflessioni su cui ancora oggi si dibatte più o meno ferocemente.

 

Non sorprende quindi che l’olandese Danny Wolfers a.k.a Legowelt abbia deciso di omaggiare uno dei suoi registi preferiti. Il mago dei synth si é sempre distinto per estro e dedizione in studio con release importanti per etichette quali Clone, L.I.E.S., Creme Organization, Peoples Potential Unlimited, Dekmantel e molte altre ancora. Il suo approccio ossessivo ha anche formato talenti come Xosar, con cui ha creato il duo Xamiga debuttando in seguito su Rush Hour. Il suo annuncio riguarda il Grauzone Festival dove sarà alle prese con una sonorizzazione di ‘2001: Odissea nello Spazio’, classico della cinematografia di Kubrick, elogio del tema del rapporto tra uomo e macchina e all’inevitabile psichedelia, ispiratrice per molti colleghi tra cui figurano i celebri Steven Spielberg e Cristopher Nolan.

 

Purtroppo al momento sembra che non sarà possibile visionare live o successivamente la performance di Legowelt, destinata solo a chi prenderà parte all’evento. Ma in una recente intervista proprio il producer olandese ha sottolineato la possibilità che possa essere pubblicato un estratto dopo questa attesa première. Ad oggi questa è forse la sonorizzazione più ambiziosa e complessa che l’artista si trova ad affrontare ed è inevitabile che la curiosità e l’attesa siano decisamente elevate.

Articolo PrecedenteArticolo Successivo

ISCRIVITI ALLA NOSTRA MAILING LIST

Scoprirai in anteprima le promozioni riservate agli iscritti e potrai cancellarti in qualunque momento senza spese.




In mancanza del consenso, la richiesta di contatto non potrà essere erogata.